Cara Mamma Rai… tra programmi che saltano, tagli a Sanremo e i super cachet di Fiorello e Benigni

By on dicembre 14, 2011
il logo della rai

text-align: center”>i tagli della rai e i cachet di fiorello e benigni

Cara Mamma Rai, stiamo vivendo un momento molto difficile, la crisi, la bancarotta sempre dietro l’angolo, gli sforzi che il governo ci chiede per non fallire completamente sono tanti e aumenteranno… anche tu, come tutti, ti adatti alla situazione. Da una notizia ANSA risulta che durante una riunione hai deciso di decurtare ben 6 milioni di euro dai fondi destinati al Festival di Sanremo, così da poter risparmiare un pò, perchè si sa la gara canora costa, eccome se costa. Tutto ciò è ammirevole, ma se penso che hai sborsato 12 milioni di euro per Il più grande spettacolo dopo il weekend... ci credo che da qualche parte dovevi pur risparmiare. Solo 300 mila euro (lordi per carità, ndr) sono andati a Fiorello… si ma a puntata. Poi mettici pure gli sponsor, insomma il conduttore passerà sicuramente un ottimo Natale. Eh si, cara Mamma Rai, il programma dello showman è stata una spesa non indifferente, considerando che a Roberto Benigni, per un intervento di 15 minuti hai cacciato ben 400 mila euro… non sono sicuro, ma di solito il comico devolve una parte del compenso in beneficenza, ma se mi permetti credo siano tanti, troppi lo stesso. E intanto dal primo gennaio 2012 Rai International non esisterà più, infatti il canale verrà soppresso come deciso dalla Presidenza del Consiglio di Silvio Berlusconi.

Questo cosa comporta? Beh, intanto molti giornalisti perderanno il lavoro e chiederanno sicuramente di essere ricollocati nelle tue varie strutture, con le stesse mansioni, altra gatta da pelare insomma. E’ chiaro che un canale televisivo non è fatto solo di giornalisti, ma anche di redattori, impiegati, maestranze… tante persone che rischiano di rimanere a casa.

Non solo quelli di Rai International passeranno un Natale amaro visto che anche Sonia Grey e chiaramente tutte le persone che lavoravano al suo nuovo programma (la versione italiana di The Dr. Oz, ndr) sono state mandate a casa, in quanto la trasmissione, prevista per gennaio, non si farà più. Motivo? I tagli al budget, in parole povere mancano i soldi.

Cara Mamma Rai, ma vogliamo parlare dei calciatori che in teoria Milly Carlucci vuole a Ballando con le stelle? Per ora l’unico sicuro è Christian Vieri… e ci credo, dicono che gli vuoi dare 800 mila euro… chi non ci verrebbe a ballicchiare al Foro italico (location del programma, ndr)? Gli altri in teoria sono Gianni Rivera, Marco Tardelli o Marco Materazzi, questi mica ti vengono gratis, figurati…

Taglia di qua, togli di là per dare a qualcun altro soldi, perchè poi di quello si parla: stipendi astronomici e stipendi che non ci sono più, programmi sontuosi e programmi che spariscono sul nascere… tutto questo succede alla Tv pubblica, quella del canone, quella finanziata dallo Stato, che gira che ti rigira siamo noi.

About Nicola Zamperetti

Nato a Valdagno (VI) nel 1978, da un decennio lavora nel mondo dello spettacolo come performer teatrale e attore. Ha partecipato a molti programmi come "Sarabanda" "Domenica In" "Carramba che fortuna"... Scopre l'amore per il teatro, soprattutto per i Musical (Grease,Il Ritratto di Dorian Gray e A Chorus line) e per le Fiction (La Ladra, Il Peccato e la Vergogna e Donna detective). E' cresciuto guardando la tv e si definisce figlio del tubo catodico. Promette di essere ironico, tagliente e cinico nei suoi Articoli.

2 Comments

  1. Andrea

    dicembre 17, 2011 at 16:44

    Caro Nicola…ma sai come funziona la tv ?!?!?
    Il programma costa 12 milioni di euro…ma i guadagni pubblicitari sono stati 16 milioni di euro a puntata!! fonte sipra (concessionaria rai) i guadagni si aggirano intorno ai 4 milioni di euro a puntata considerando il costo degli spot da 150 mila euro e 300 mila euro per i break pubblicitari…
    stesso discorso per Ballando…gran parte del cast è finanziato dalla pubblicità…informarsi prima!!

  2. Nicola Zamperetti

    dicembre 19, 2011 at 17:00

    Buongiorno Andrea,
    grazie per le delucidazioni in merito ai guadagni che questi programmi così dispendiosi portano alle casse (comunque in rosso) della Rai. Ma sicuramente mi saprai dire anche il motivo per cui molti degli stipendi di collaboratori ai testi, redattori, montatori… si sono magicamente abbassati? Senza parlare dei posti di lavoro che saltano come pop corn fatti in casa? Le uniche cose che non calano sono i cachet delle star della Tv.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *