I cerchi nell’acqua, svelato l’assassino con uno sguardo

By on dicembre 29, 2011
Una scena de I cerchi nell'acqua con Alessio Boni

text-align: center”>Una scena de I cerchi nell'acqua con Alessio Boni

Si è conclusa ieri sera con l’ultima puntata su Canale 5 la fiction I cerchi nell’acqua che ha dipanato davanti lo sguardo attento dello spettatore “il mistero del lago” e la morte prematura di Ginevra Della Rocca e Alessia Freccero, avvenuta sulle sponde di quel lago, protagonista assoluto di quei delitti in apparenza inspiegabili che hanno poi trovato soluzione grazie alle indagini di Davide Freccero (Alessio Boni). La puntata andata in onda ieri sera 28 Dicembre, per quanto ancora non disponiamo dei dati Auditel, crediamo sia andata piuttosto bene infatti oltre ad essere la puntata che chiudeva la miniserie, ripresasi dopo il tracolllo della seconda puntata, forniva giustificazioni a tutto quel raccontare, motivo che ha certamente spinto lo spettatore a presentarsi all’appuntamento con la fiction che dopo tante imperfezioni, situazioni paradossali, eventi poco credibili con una narrativa non sempre fruibile, si è risollevata con sufficiente dignità fino alla risoluzione del caso. L’ambientazione lacustre, il legame tra presente e passato, i fatti taciuti e mai rilevati sono stati oggetto di una ricostruzione  piuttosto logica in cui è venuta fuori la verità sulla morte di Ginevra, che non si è suicidata come era stato ipotizzato 20 anni prima, ma barbaramente assassinata da qualcuno che la spiava e voleva da tempo.

 

Ed è stata Alice, la bambina con poteri paranormali in contatto “con la signora del lago” a svelarci prima del tempo il volto dell’assassino, infatti attraverso uno sguardo eloquente nei confronti di Duccio, il bidello della scuola elementare  tutto è stato chiaro, e soprattutto è venuto fuori che la morte di Alessia è scaturita semplicemente da una tragica circostanza, perché in fondo l’assassino ha voluto uccidere ancora Ginevra, la mamma bambina assassinata ben 2 volte da uno squilibrato che voleva farla sua, protetto dalla sorella psichiatra Valeria, migliore amica di Ginevra, che ha pagato il suo silenzio di questi 20 anni, uccisa proprio da quel fratello che aveva voluto preservare dalla giustizia per la morte efferata di Ginevra. La conclusione della fiction era quantomai evidente: Davide che ha ritrovato sua figlia Anna grazie alla confessione di Elsa Della Rocca saluta insieme a Bianca (Vanessa Incontrada) lo spirito ormai libero di Ginevra sul lago e il loro prendersi mano nella mano fa presupporre che la storia d’amore nata tra i due è certamente  destinata a durare e sicuramente riusciranno a trovare un compromesso sulla volontà di lei di tarsferirsi a Milano con la figlia Elena incinta del fidanzato Ivan. Dunque in questa ultima puntata de I cerchi nell’acqua tutto è tornato al suo posto, la verità è venuta a galla senza alcun intoppo, con un assassino consegnato alla giustizia, piuttosto credibile nella sua veste di psicopatico. E voi, lo avevate capito che l’assassino era proprio Duccio il bidello, fratello di Valeria? La fiction di Mediaset intanto non si ferma qui infatti andrà in onda dal 4 gennaio in 6 puntate la nuova fiction Il tredicesimo apostolo – Il prescelto incentrata sempre su mistero e delitti e ambientata nel mondo ecclesiastico con Claudio Gioè e Claudia Pandolfi.

 

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *