Mimmo Foresta, una favola moderna

By on dicembre 9, 2011
mimmo fiorello nello show di fiorello

text-align: center”>mimmo foresta

C’era una volta…

un bambino di nome Mimmo che aveva 8 anni. Mimmo abitava in una cittadina vicino Napoli, con due fratelli e  mamma Marta,  ma senza papà Ciro scomparso quando lui aveva appena 4 anni. A scuola si distingueva tra tutti i suoi compagni di classe per le sue doti canore e per l’abilità di imitare personaggi famosi come Marcella Bella, Pupo ed Anna Oxa

All’età di 14 anni, Mimmo iniziava a farsi conoscere al di fuori dell’ambiente scolastico esibendosi in manifestazioni locali e nelle feste di paese, e su consiglio di mamma Marta cominciò ad integrare alle sue capacità artistiche innate  lo studio della musica.

Con impegno e sacrifici Mimmo riusciva a coltivare le sue passioni e a specializzarsi in imitazioni di artiste femminili cantando le canzoni nelle tonalità originali di artisti come Gianna Nannini, Loredana Berté, Ornella Vanoni, Fiorella Mannoia, Laura Pausini, Caterina Caselli  e molti altri cantanti. Non solo cantanti. Mimmo imitava molto bene anche Maria De Filippi, Sophia Loren, Raffaella Carrà sia con la voce che con i movimenti del corpo e del viso, utilizzando spesso anche accessori come parrucche e costumi che lo trasformavano nel personaggio stesso.

Contemporaneamente alle esibizioni serali,  il bravo Mimmo lavorava sodo. Faceva il pasticcere, il badante per una persona non vedente, lavorava la terracotta e l’argilla costruendo pastori di San Gregorio senza  mai  perdere di vista il suo obiettivo: lo spettacolo.

Presa coscienza della sua incredibile bravura le sagre e i piano bar a Mimmo iniziavano a stare strette, e decise così di tentare la fortuna in tv. Nel 2007 partecipò al programma televisivo “Ciao Darwin“, nel 2008 a  “Cultura Moderna e nel 2009 a  “I Raccomandati“.

La vera fortuna arrivò però qualche anno più tardi. Fu il 2011 l’anno della svolta per Mimmo. Il 13 marzo vinse la V edizione del Premio Alighiero Noschese, concorso riservato ad imitatori e trasformisti.  Qualche settimana dopo, grazie ad una e-mail inviata alla fatina bislacca Barbara D’Urso presso la sua casetta “Pomeriggio Cinque“, Mimmo si esibì con successo davanti al vasto pubblico di Canale5. E’ proprio durante quel piccolo ma importante spazio datogli dalla fatina Barbarella che viene notato da un telespettatore d’eccezione, il re del varietà Fiorello. Affascinato dal talento di Mimmo e incuriosito dalle impeccabili imitazioni, re Fiorello I decise subito di mettersi in contatto con lui per invitarlo ai suoi spettacoli. Il sogno di Mimmo ebbe così inizio direttamente dalla corte del re della tv.

Partecipò cosi  a “Buon Varietà” lo spettacolo del sovrano Fiorello al Teatro Sistina della città eterna  tra maggio e giugno 2011, trasmesso anche su Radio Rai 1. Le sue performance riscossero  un notevole successo di pubblico e suscitarono la curiosità  dei media tanto da essere intervistato dal Tg5 e Studio Aperto.

mimmo fiorello nello show di fiorello

E fu così che durante una notte speciale di novembre  Sua Altezza  Fiorello I presentò ai circa  10 milioni di fedelissimi telespettatori de “#Ilpiùgrandespettacolodopoilweekend in diretta su Raiuno il grande, grandissimo talento di Mimmo Foresta.

About Taty Rossi

Nata a Milano sotto il segno dei Pesci, ha origini eritree, una pelle color cannella e si definisce "un'amante della parola". Ha studiato recitazione e conduzione televisiva presso il Centro Teatro Attivo di Milano poiché teatro, cinema e televisione sono le sue più grandi passioni. Oggi cura i servizi esterni del programma "Live In Style" in onda ogni venerdì alle 18.15 su 7Gold.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *