Report, Milena Gabanelli: mai censurata dalla Rai

By on dicembre 28, 2011
Milena Gabanelli Report Rai3

Ci sono giornalisti per i quali l’informazione deve essere al servizio del potere, oppure un modo per distrarre le masse, uno show come un altro. Ci sono anche quelli per cui, fortunatamente, la sua funzione deve essere ed è tutt’altra, e cioè quella di controllare e criticare i potenti, aumentare il tasso di democrazia, proporre un’analisi dei fatti che vada oltre la fredda cronaca giudiziaria. E’ certamente il caso di Milena Gabanelli (nella foto, ndr). Da 15 anni conduce Report con successo. La Rai, la scorsa estate (ma non solo), ha rischiato di perderla per quello che la stessa giornalista definisce un “pretesto”.

“La cosa è talmente così evidente che non ha bisogno di commenti – ha detto la conduttrice a Vero Tv. – Nessun programma d’inchiesta potrà mai andare in onda se la responsabilità è interamente scaricata sugli autori. La Rai? Nessuno qui mi ha mai censurato nulla. Certo, bisogna sapere reggere le pressioni e i mal di pancia, ma credo che questo tipo di problema si ritrovi ovunque. Anche se c’è una differenza – ha chiarito la giornalistala tv di Stato fa servizio pubblico e quindi dovrebbe sentire un po’ di meno le pressioni da parte degli inserzionisti”.

Nei giorni scorsi si è parlato di un possibile approdo a la7 della conduttrice di Report. Non sarà così. Milena Gabanalli continuerà a lavorare per Viale Mazzini. Il programma di inchieste di Rai Tre sarà nuovamente in onda la prossima primavera. Gli ascolti hanno ampiamente dato ragione alla formula della trasmissione, eppure qualcosa potrebbe essere modificata. “Il bilancio è ottimo, visti i risultati – ha detto la Gabanelli. – Quello che vorrei cambiare è la durata: riempire cento minuti di soli filmati, senza chiacchiere, è un massacro”. Speriamo che la brava giornalista di Rai Tre non abbia comunque in mente di invitare i soliti tromboni che dilagano in tutti i canali anche nella sua trasmissione!

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *