Sanremo 2012: Morandi vuole Checco Zalone, Celentano ospite fisso?

By on dicembre 18, 2011
Sanremo: Celentano ospite fisso

Intervista a TvTalk per Gianni Morandi (in foto, ndr) e il direttore artistico di Sanremo 2012 Gianmarco Mazza. Come sempre tanti misteri e poche rivelazioni per quello che è tornato ad essere l’evento musicale dell’anno. Sì, perché per chi non ha memoria ricordiamo che Sanremo ha passato anni poco fortunati. E questi anni non sono, poi, così lontani. C’è chi ha capito che Sanremo aveva bisogno di una svolta verso il mondo dei giovani. In tutto questo Paolo Bonolis e Maria De Filippi hanno i loro meriti. Il primo per aver impostato un Sanremo, per quanto possibile, a ritmi più vivi, la seconda per aver dato una scossa al mondo della discografia e della vendita dei cd. Che vi piacca o no Sanremo fa il boom di ascolti perché in questi anni si è mescolato con talent e meccanismi nuovi.

Detto ciò c’è chi mormora che comunque il Morandi bis non funzionerà. Perché? Forse a causa del fatto che non è facile avere idee nuove in così poco tempo. La chiusura a una conduzione doppia con Ranieri da parte di Morandi del resto non è stato un bel esempio di umilità. Forse quello sarebbe stato un bel Sanremo. Ma in Morandi, come ha detto nell’intervista, c’è ancora la voglia di mettersi in gioco. E se proprio fosse costretto a fare il nome di un artista che vorrebbe accanto a lui sul palco fa quello di Checco Zalone (reduce dal successo dai due speciali su Canale 5). Dice anche, scherzando, che lo ammetterebbe in gara. Ma Checco a Sanremo per fare cosa? Immaginiamo un’altra canzone-parodia. Chissà se questo basterà per convicere la platea.

Si torna poi a parlare di Celentano. Confermata la sua presenza, si ipotizza come ospite fisso. Ma anche qui Mazza è diplomatico: “potrebbe anche esserci tutte le sere, anche se lui ama la tv pirata, le incursioni”. Sul web cominciano a farsi forti le indiscrezioni che vorrebbero sul palco anche I Soliti Idioti, forti del loro successo al botteghino. Ma la moralità di mamma Rai quasi sicuramente impedirà la collaborazione. Che ne dite, fiducia a Morandi?

About Gianrico D'Errico

Nato a Cisternino (BR) nel 1988. Laureto in Filosofia è laureando in Scienze Filosofiche a Padova. Ama le serate con gli amici (preferibilmente a casa con coperta e cioccolata calda). Da sempre lo accompagna la passione per il cinema, gli sono irresistibili le commedie nere. Diventare giornalista è una delle tante opzioni che ha appuntate sul suo taccuino delle cose da fare da grande (assieme all'astronauta e l'inventore di cose utili). Per adesso ci prova con tanta passione per la scrittura e la televisione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *