Serena Dandini dal 14 gennaio su La7: “in Rai non ci volevano”

By on dicembre 30, 2011

text-align: center”>Serena Dandini su La7

Serena Dandini sta per tornare: dopo le polemiche in Rai e il mancato rinnovo del programma Parla con me, la conduttrice ha siglato un contratto con La7 che le spalanca le porte della prima serata del sabato sera e non solo. Così dal 14 gennaio partirà The show must go off, uno spettacolo satirico che molto avrà in comune con il talk Parla con me, fino alla scorsa stagione in onda su Rai3. In un’intervista al quotidiano Repubblica la conduttrice presenta la sua nuova avventura, a partire dal titolo e dal cast: “È un omaggio ai Queen, un gioco di parole con ‘la musica è finita’, ci piaceva. Noi lo chiamiamo ‘the show’. Andremo in onda il sabato e la domenica nel preserale e il sabato in prima serata: sarà un varietà vero, con le ballerine. Ci saranno Elio e le Storie Tese, Vergassola che non è il mio toy boy perché io sono anziana e lui è giovane, ma perché è piccolo. E poi Lillo e Greg, Diego Bianchi in arte Zoro. Verrà Neri Marcorè e aspetto Corrado Guzzanti“.

La Dandini si dice “entusiasta” di questa nuova esperienza: “Non vedo l’ora. Lanceremo nuovi talenti, il segreto per non far invecchiare la tv. Ho trovato cose interessanti not ready for the prime time, come dice Letterman, ma abbiamo creato un laboratorio. La7 ha una factory“. Voglia di sperimentare dunque, quella che forse da troppo tempo manca in Rai. A proposito della tv pubblica, la conduttrice approfitta dell’intervista per togliersi qualche sassolino dalla scarpa: l’abbandono alla Raiè stato doloroso, certo. Li ho dovuti stanare per fargli dire che non ci volevano. Mi ha fatto arrabbiare il modo in cui hanno trattato le persone che lavoravano con me, io posso prendermi un anno sabbatico, loro no. (…) La cosa triste è che in Rai governa la politica, bisogna trovare il modo di liberarla“.

 

Ma a La7 devono averla accolta davvero bene, visto che la Dandini sembra perfettamente a suo agio: “Avremo più di un divano, lo studio è più grande. Il primo ospite sarà Andrea Camilleri, adorato. Facciamo il programma negli Studios di Roma, gli stessi di Parla con me, ho lo stesso camerino. Con Mentana, Lilli Gruber e Crozza ho la strana sensazione di essere più a casa adesso che in Rai. E poi c’è il direttore Paolo Ruffini“. Eh già, quel Paolo Ruffini che l’ha diretta per anni a Rai3 e a cui non dev’essere sembrato vero ritrovarsi adesso l’intera squadra di Parla con me a La7. Intanto la rete si prepara alla satira del sabato sera con un esperimento: ieri sera, dopo la consueta puntata di Piazza Pulita, è andato in onda Zoro 2011. Finale di partita, un’edizione speciale della rubrica video Tolleranza Zoro, in cui il blogger Diego Bianchi veste i panni di un simpatizzante del Partito Democratico in crisi di identità. Una specie di antipasto, in attesa di ritrovarlo, con Vergassola, Marcorè e gli altri, alla corte di Serena Dandini.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *