Sherlock: ecco la prima puntata della serie tv dedicata al detective Holmes

By on dicembre 23, 2011

text-align: center”>Serie tv Sherlock

Inizio mozzafiato per la serie-tv Sherlock, in onda ieri in prima serata su Italia1: il primo episodio della serie dedicata all’investigatore inglese, dal titolo Uno studio in rosa (in foto, una scena dell’episodio, ndr), ha subito messo in scena le stravaganti deduzioni dell’investigatore Holmes. La serie targata BBC, forte di un successo clamoroso oltremanica, è una rilettura contemporanea del personaggio creato da Arthur Conan Doyle, uno dei più popolari della storia della letteratura inglese. Il primo film-tv della serie ci ha restituito uno Sherlock Holmes dei giorni nostri, capace di stuzzicare il pubblico oltre che per la sua astuzia e l’irrefrenabile voglia di risolvere misteri, anche per le sue abitudini inusuali (una su tutte, quella di zittire tutti per poter riflettere) e che, nonostante non abbia alcun vero amico a parte il dottor Watson, riesce comunque a guadagnarsi la stima di tutti e ad essere sempre protagonista.

Da alcuni considerato uno psicopatico amante dei delitti, da altri un brillante e geniale investigatore, Sherlock Holmes (Benedict Cumberbatch) si ritrova per caso a condividere il suo appartamento con il dottor John Watson (Martin Freeman). Sorprendente come Sherlock riesca in un attimo a scorpire moltissimi dettagli sul passato del suo nuovo coinquilino, tra cui il fatto che è stato un medico di guerra in Afghanistan e che stranamente prova una forte nostalgia per quell’esperienza. Holmes viene presto chiamato dall’ispettore Lestrade per risolvere un misterioso caso di ben quattro suicidi collegati. Una sfida che affascina moltissimo il detective, tanto da sembrare quasi felice della notizia che qualcuno abbia perso la vita in circostanze misteriose. Bramante di risolvere il mistero e certamente anche di mostrare a tutti la sua intelligenza fuori dal comune,  l’investigatore non perde tempo, e inizia subito le indagini coinvolgendo anche il suo nuovo amico Watson.

Le sue brillanti deduzioni lo portano faccia a faccia col nemico, in apparenza un tassista, ma in realtà un serial killer che gli propone di sfidarlo ad uno strano gioco: scegliere tra due pillole apparentemente uguali, una delle quali però avrebbe effetti letali. E proprio quando Sherlock sembra deciso a scommettere, dimostrando di non tirarsi indietro di fronte al pericolo, Watson gli salva la vita (chissà se la pillola che aveva scelto sarebbe stata quella giusta!), sparando con freddezza un colpo di pistola mortale al killer-tassista. Ma la vera sfida per Holmes è appena cominciata: il detective scopre, infatti, che il killer che aveva fronteggiato non era altro che una pedina di un nemico molto più pericoloso, di nome Moriarty. Quest’ultima scoperta, e la comparsa del fratello di Sherlock, Mycroft Holmes, non fa che aumentare la suspence e la tensione che le ultime scene dell’episodio hanno regalato agli spettatori, che non possono proprio perdersi il prossimo capitolo della saga. L’appuntamento è per giovedì prossimo, su Italia1.

foto-miniserie-sherlock

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

One Comment

  1. Sandra

    dicembre 25, 2011 at 13:32

    è il mio sociopatico preferito!!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *