Stasera Servizio Pubblico di Santoro: le buone regole

By on
servizio pubblico

text-align: justify”>servizio pubblicoStasera alle 21,00 su Sky, su una rete di tv locali e sul web va in onda la puntata numero 8 di Servizio Pubblico. Come ha detto lo stesso Michele Santoro, il programma durerà fino al prossimo giugno, esattamente com’era ai tempi di Annozero. I fondi raccolti sono sufficienti per poter produrre un’altra ventina di trasmissioni e dunque, per questa prima stagione, l’esperimento può dirsi riuscito. Il dopo si vedrà. La puntata di oggi di Servizio Pubblico ruoterà attorno a una dichiarazione choc di questo periodo. “La cosa positiva del 2011 è che, molto probabilmente, è stato migliore del 2012?: non lo ha detto un autore satirico, ma il premio Nobel per l’economia Joseph Stiglitz. Insomma, gli scenari previsti sono assolutamente allarmanti e c’è poco da illudersi che le cose andranno diversamente. L’economia globale rallenta, mentre l’area Euro è completamente ferma. In Italia sarà recessione, col Pil che diminuirà di qualche decimo di punto.

Quale sarà l’impatto della manovra sulla vita di tutti i giorni? Servirà davvero a salvare l’Italia, oppure saranno solo le caste a salvarsi? Quali saranno le prossime mosse dell’esecutivo guidato da Mario Monti? Sull’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori (quello sulla totale libertà di licenziamento anche nelle aziende con più di 15 dipendenti) il ministro Fornero sembra avere fatto un passo indietro, anche se la materia resta oggetto di discussione e rischia di spaccare il Pd, mentre ha ricompattato la triade sindacale Cgil-Cisl-Uil. E ancora: saranno fatte davvero le liberalizzazioni, oppure le varie caste che bloccano questo paese si metteranno ancora di traverso e lo impediranno (come fanno dal Medioevo)? L’ultima puntata di Servizio Pubblico per questo 2011 ha come titolo: “Le Buone Regole”. Ospiti in studio saranno il leader dell’Italia dei Valori Antonio Di Pietro; Gianfranco Polillo, sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze; Gino Strada, fondatore di Emergency.

Per finire, uno sguardo ai dati d’ascolto tv dell’ultima trasmissione. Servizio Pubblico del 15 dicembre ha avuto 1,6 milioni di telespettatori e uno share del 6,8%. Anche se, proprio sull’Auditel, è guerra aperta tra Santoro e Raiset.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.
Articolo aggiornato il

One Comment

  1. stefano

    dicembre 22, 2011 at 23:02

    sono un pendolare ferroviario, i treni sono privi di controlli biglietti, quando ci sono i ferrovieri sono disarmati, penso che i controlli biglietti fatti prima dell’accesso alle pensiline farebbero una buona scrematura.
    perchè vengono aumentati i prezzi dei biglietti , se in realtà la società non si preoccupa di verificare l’accesso alle carrozze a chi ha effettivamente titolo di viaggio ?
    pensate a un pendolare precario nel lavoro che paga il biglietto , saltuariamente gli viene controllato il titolo di viaggio, regolare , e accanto a lui siede un portoghese che , essendo furbo, sapendo bene come funziona, viaggia a suo piacere.
    perchè quel precario deve dividere il welfare itali
    a con lui?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *