“Tutti pazzi per amore 3”: riassunto ottava puntata

By on dicembre 12, 2011

text-align: center”>Foto Tutti pazzi per amore 3

Ieri sera è andata in onda su Rai Uno l’ottava puntata di Tutti Pazzi per amore 3, la fiction diretta da Laura Muscardin e ideata da Ivan Cotroneo, il regista de “La kryptonite nella borsa”. E’ stata una puntata molto incentrata sulla coppia Paolo (Emilio Solfrizzi) – Laura (Antonia Liskova). I due, infatti, dopo avere parlato con Cristina, la figlia diciottenne di Paolo, incinta, decidono che in fondo l’idea di avere un bambino tutto loro non è male. Si recano dal medico per fare delle analisi di fertilità e qui inziano i problemi di Paolo: l’uomo infatti deve consegnare una provetta con il suo sperma ma proprio non riesce a trovare un posto tranquillo per concentrarsi. A casa ci sono Martina e Cristina che stanno facendo delle maschere di bellezza alle zie, al vivaio ci sono Eva e i ragazzi che fanno un po’ di confusione e, per gli autori, l’occasione è ghiotta per fare battute del tipo “Mister, vuole una mano?”. Finalmente Paolo torna in ospedale dove riesce a consegnare la provetta, ma non è finita qui perchè da quel momento i suoi spermatozoi inizieranno a popolare i suoi incubi: ha paura che siano lenti ed immmobili e certo sua moglie Laura non lo aiuta spifferando in redazione e a casa i suoi timori. Intanto Monica (Carlotta Natoli) è sempre più presa dalla relazione con Giampaolo (Ricky Memphis), ma Elisa (Martina Stella), cugina di Monica e futura moglie di Giampy, sente che lui è distratto e chiede a “Monicuccia” di parlarci. Lei farà tutt’altro che parlarci.

Un giorno la coppia sta quasi per essere scoperta quando, durante un incontro clandestino in redazione, Elisa piomba sul più bello: per fortuna Laura avverte in tempo Monica e i due, almeno per ora, sono salvi. Il ruolo di amante non si addice a Monica e nemmeno quello di “amica che copre le spalle” a Laura, tant’è che una delle scene più belle della serata è stata Laura al cellulare con Monica che le suggeriva tutte le risposte da dare ad Elisa per non farsi scoprire. Laura, laconica, in chiusura della scena dice: “Sembro Ambra in Non è la Rai”. Claudia, la mamma di Raoul e Viola, cerca di farsi accettare dai figli proponendo loro un super attico dove andare ai vivere con i rispettivi fidanzati, i ragazzi però lo rifiutano, vogliono continuare ad essere indipendenti e la donna entra in crisi. Claudia sente di sbagliare sempre con i figli e chiede consiglio a Laura, la chiacchierata con lei la porta ad una decisione: non partirà più per Natale e lo passerà con i suoi figli. Intanto Cristina, mentre fa il manichino vivente in una vetrina di un’agenzia d viaggi ha un’illuminazione: la sua vera passione sono i motori e la sua massima aspirazione è fare il meccanico. Paolo, suo padre, è contrario, però al momento di convincere un meccanico a farle provare anche un solo giorno di lavoro la sostiene. Nel frattempo, Rosa si lascia convincere da Teo a dargli una seconda possibilità e il ragazzo la porta a cena a casa sua per farle conoscere la madre e qui l’amara sorpresa: Rosa scopre che Anna la sua analista, quella che l’ha convinta a lasciare Teo, è in realtà la madre di lui. Sconvolti i due se ne vanno. Intanto Stefania e Giulio sono arrivati a mettere in scena una vera e propria “Guerra dei Roses”e neanche la terapia d’urto di sua sorella Laura funziona su Stefania. La puntata si chiude con i due che si dichiarano guerra aperta. Come andrà a finire? La prossima puntata di Tutti pazzi per amore 3 è martedi 13 alle 21.10 sempre su Rai Uno.

About Martina Fantauzzo

Nata a Milano nel 1981, si è laureata in Scienze della Comunicazione presso lo IULM e ha intrapreso la laurea specialistica in Radiofonia a Siena. Appassionata di televisione e radio, lavora da anni come autrice in un'emittente nazionale e per tre anni si è occupata di un programma che parlava di tv. Non le è sembrato vero passare tutta la giornata a scandagliare il palinsesto televisivo ed essere anche pagata. Si è avverato un sogno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *