A Ballarò Schulz attacca Berlusconi: meglio ora che c’è Monti

By on gennaio 11, 2012
Martin Schulz

text-align: justify”>Martin SchulzSilvio Berlusconi? “Meglio Mario Monti”. Ha messo da parte la diplomazia che caratterizza i politici stranieri quando parlano dell’Italia, Martin Schulz (nella foto). L’esponente del partito socialdemocratico tedesco, candidato alla presidenza dell’Europarlamento, ha spiegato che c’è molta più fiducia adesso nel nostro paese: “Berlusconi è il passato, Monti è il presente e speriamo anche il futuro – ha detto Schulz. – Se la Germania oggi è più competitiva degli altri Stati euopei, è grazie alle politiche del nostro governo, che la stessa Angela Merkel contrastava. Gli Eurobond? Sono favorevole. I tedeschi sarebbero costretti a pagare interessi un po’ più alti, però i paesi in difficoltà avrebbero la possibilità di salvarsi grazie a tassi più convenienti”.

Dopo il collegamento con Schulz, a Ballarò si è parlato in dettaglio dei fatti di casa nostra. Argomenti della puntata sono stati il blitz di Cortina d’Ampezzo e le liberalizzazioni. Il presidente dell’Antitrust Giovanni Pitruzzella ha affermato che andrebbero liberalizzati quanti più servizi possibili, a partire dagli orari di apertura degli esercizi commerciali. Avete bisogno di cento grammi di salame alle 3 di notte? Troverete il supermercato aperto! Geniali…

Il sottosegretario all’econonia Gianfranco Polillo (che ormai dilaga su tutti i salotti televisivi) ha affermato che le liberalizzazioni devono riguardare soprattutto i servizi locali come il trasporto, mentre ha fatto intendere che per notai e avvocati le cose potrebbero andare molto più a rilento.

Ospite del programma di Rai Tre condotto da Giovanni Floris, ieri sera, era anche Antonio Di Pietro. Il leader dell’Idv ha ribadito che il suo partito è assolutamente favorevole alle liberalizzazioni, comprese quelle relative a notai, taxi, farmacisti e carburanti. “Monti ci ha già fregato una volta con la manovra dell’anno scorso, quando ha fatto pagare la crisi ai lavoratori e ai pensionati. Ora vediamo se con questa fase due fa sul serio. Noi siamo pronti a dare il nostro contributo se Monti vuole fare davvero le liberalizzazioni. Io partirei dall’eliminazione dei cda delle società pubbliche, che andrebbero gestite da un amministratore unico. Il blitz di Cortina? Auspico mille Cortina. Il blitz serva da esempio, anche se con le tecnologie a disposizione non ci sarebbe nemmeno bisogno – ha aggiunto Di Pietro. – Non vorrei che d’ora in poi i ricchi evasori andassero in giro con la Y e dentro i lingotti d’oro“.

Per concludere, i dati di ascolto di Ballarò. Ieri il programma condotto da Floris è stato seguito da 4.747.000 milioni di telespettatori  per uno share del 17,55%.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *