Amici 11, è scontro tra Gerardo e la Di Michele: “Non me ne frega niente di ciò dice”

By on gennaio 21, 2012

text-align: center;”>Pulli contro la Di Michele

Complice la solita Silvia Toffanin alle porte verso le 15.30 e soprattutto il largo spazio che la Sanguinaria concede alle polemiche, non è stato possibile dare il responso della squadra vincitrice della gara decisa da esperti e non dal televoto, così a tenere banco è stato uno scontro tra un concorrente amatissimo dalle ragazzine, il bel cantante Gerardo Pulli contro l’insegnante dei Gialli, quella Grazia Di Michele che per il temperamento sfoggiato in questa occasione fa rimembrare i battibecchi con Marco Carta.

Per la verità l’interprete de Le ragazze di Gaguin ora passata a fare la docente di canto ad Amici ha avuto delle scaramucce anche con il cantautore Pierdavide Carone (“Ho lavorato con lui. So cosa vuol dire essere un cantautore. Il rispetto per un mondo interiore ce l’ho. Ma tu sei venuto qui dicendo, ‘Io questo so fare’ senza voglia di migliorare e impegnarti. Non puoi cantare solo le tue canzoni. Ma come canti?”, dice a questo proposito) ma questa diatriba tra i due pare affondare nella notte dei tempi.

gerardo-pulli

Sembra infatti che alla Di Michele la voce di Gerardo non sia mai piaciuta a cominciare dai casting di Amici 11, non gradendo il suo timbro graffiato e con il ragazzo che da quel momento ha cominciato a risponderle per le rime, dando un ottimo esempio a quegli studenti italiani che non lasciano ai propri professori l’ultima parola. Grazia purtroppo per le sue fan ha sempre visto nel Pulli scarsa versatilità e un basso livello tecnico. In particolare, il ragazzo dagli occhi verdi risponde con arroganza quando ritiene che i brani da interpretare non siano adatti a lui.

Gerardo si giustifica così: “Una persona non può fare tutto nella propria vita. La mia personalità e il mio modo di cantare non appartengono a questo mondo e a questa mentalità. Io ci posso provare”. Grazia  fa vedere un rvm in cui traspare tutta la negligenza del cantante e Maria ne gode. Il Pulli infastidito a quel punto sentenzia: “A me non me ne frega niente di ciò che mi dirà da adesso in avanti”. Una mancanza di rispetto che non fa mancare la reazione della professoressa: “Qui certe pagliacciate vengono spacciate per temperamento artistico. Io amo questa scuola da dieci anni. Dovresti farlo anche tu”.

Da questo scontro sembra emergere così una visione opposta del talent show da parte dei due protagonisti del titanico scontro: Grazia Di Michele concepisce Amici come una scuola nella quale gli studenti devono essere impeccabili, rispettosi del corpo docenti, dediti al lavoro, Gerardo Pulli lo vive alla stregua di un qualsiasi reality show e probabilmente avrebbe avuto lo stesso spazio al Grande Fratello, ma furbo com’è ha capito che per guadagnarsi da vivere deve vendere dischi.

About Marcello Filograsso

Studia Giornalismo all'Università degli Studi di Bari e ha esperienza come blogger e addetto stampa di un giovane politico della sua città. Il suo primo amore è la televisione, soprattutto per le serie tv americane come le sitcom "Will & Grace", "Modern Family" e "Tutto in famiglia". Ha la passione per il canto - che sfoga solo al karaoke - e segue con molto interesse i talent show come "X Factor", da quest'anno su Sky. Ama leggere quotidiani, settimanali e libri che parlano di televisione. Il suo modello di critico televisivo è Aldo Grasso. Il suo ambizioso sogno è condurre il Festival di Sanremo.

5 Comments

  1. franca

    gennaio 21, 2012 at 23:12

    questo Pulli è una perfetta nullita’…pessimo in tutto!!

  2. anna

    gennaio 22, 2012 at 11:15

    NONOSTANTE IO POSSIEDA UNO SPIRITO MATERNO NON INDIFFERENTE NON MI SENTO DI DARE RAGIONE A GERARDO.E’ MALEDUCATO,INSOLENTE E VUOLE FARE DI TESTA SUA.NON COMPRENDO IL MOTIVO PER CUI HA VOLUTO ENTRARE NELLA SCUOLA DI AMICI.
    SCUOLA SIGNIFICA LUOGO DOVE SI APPRENDE NON PER FARE I PROPRI PORCI COMODI.FUORI GERARDO!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  3. giusy

    gennaio 22, 2012 at 15:57

    niente a che vedere con marco carta ne artisticamente ne umanamente.vogliono spingerlo verso la vittoria, è evidente che la defilippi visti i cali di ascolti degli ultimi anni, vuole un personaggio, e ha scelto gerardo. ma carta aveva talento e questo pulli è tremendo a livello vocale e ha scritto una canzonetta del cavolo che fanno passare per un capolavoro. pensano che la gente sia scema. marco carta ha conquistato il pubblico nonostante loro, gerardo invece è spinto da loro che non gli fanno fare la sfida, mettono il suo pezzo su itunes e maria lo coccola oltremisura, andanmdo continuamante contro alla dimichele, una situazione molto diversa da quella di marco, che dalla sua aveva un dono di natura che gerardo si sogna, e una sensibilità e capacità di comunicare particolari, aveva le carte in regola insomma, al di la delle liti con la dimichele, gerardo se gli togli le liti non gli resta molto…

  4. rosa

    febbraio 8, 2012 at 00:39

    non riesco a capacitarmi come un ” animale ” televisivo del calibro della de filippi sia totalmente plagiata da un ragazzotto presuntuoso e maleducato come gerardo! leggo che sarebbe tentata dalla possibilità ( peraltro remota!!!) di farne un personaggio utile al rilancio della trasmissione ma francamente mi sembra una idea alquanto peregrina visto che, per quanto mi riguarda, nonostante io sie una fan accanita di Amici, non nascondo che spesso, pur di non ascoltare le farneticazioni e i sermoni del nostro presunto “artista”, cambio canale!!!!!!!

  5. anna

    febbraio 9, 2012 at 10:45

    Sono d’accordo con Rosa in tutto e per tutto, Gerardo ha capito che facendo così anzichè beccarsi un castigo, avrà ulteriore visibilità per cui la sua maleducazione aumenta di giorno in giorno.Non lo sopporto più, ma l’avete visto ieri pomeriggio? si è coperto la bocca con le mani e fischiava, a me sembra oltretutto che ha bisogno di un bravo psicologo, ha degli atteggiamenti poco ortodossi ed è convinto che può fare quello che vuole.Maria De Filippi dovrebbe fare portare più rispetto agli insegnanti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *