Ascolti tv: Servizio Pubblico batte Piazzapulita, vince Che Dio ci aiuti

By on gennaio 20, 2012
Giulia Innocenzi

text-align: justify”>Giulia InnocenziServizio Pubblico vince ancora una volta la sfida degli ascolti con il diretto rivale, Piazzapulita. Il programma condotto da Michele Santoro, con la partecipazione di Marco Travaglio, Vauro e Giulia Innocenzi (nella foto), è stato visto da 1.900.000 spettatori, per uno share del 7,65%. La trasmissione di Corrado Formigli è per la prima volta scesa sotto la soglia del milione: 900mila gli spattatori e share attorno al 4%. In dieci occasioni in cui i due programmi sono andati in ondati in onda assieme, solo una volta Piazzapulita è riuscita a imporsi su Servizio Pubblico.

Ieri il talk show ideato da Michele Santoro ha dato ampio spazio alla rivolta dei forconi in Sicilia. Una protesta, quella dell’Isola, alla quale la tv e i quotidiani hanno dato poco o nessun rilievo. Eppure nella regione più a sud d’Italia, centinaia di migliaia di agricoltori, camionisti e studenti sono arrivati al quinto giorno di sciopero. Tutti sono preoccupati dal presente e soprattutto dal futuro. Ma ai tg sembra interessare assai poco: ormai hanno deciso di puntare tutto sui tassisti, oltre che sulla Costa Concordia. Almeno per ora.

Veniamo ora alle altre trasmissioni di ieri sera. Sul podio più alto la sesta puntata di Che Dio ci aiuti, con Elena Sofia Ricci e Massimo Poggio.  La fiction di Rai ha ottenuto nel primo episodio Il gusto della vita 6,7 milioni di telespettatori (share 22,92%); nel secondo Fuga per la verità, 6,3 milioni di spettatori e share al 24,92%.

Risultato non eccezionale per Canale 5, che ha trasmesso La prima cosa bella. In film, una prima tv, ha avuto 2,7 milioni di spettatori e share al 10,87%. Meglio ha fatto il calcio. Rai Due, col match di Coppa Italia fra Inter e Genoa, ha raccolto 3,2 di telespettatori (share all’11,30%). Su Rete Quattro lo speciale di Tgcom24, Il naufragio della vergogna, è stato visto da 2,2 milioni di telespettatori (share all’8,81%).

Il segno della libellula – Dragonfly, su Rai Tre, ha attirato 1,7 milioni telespettatori, share al 5,86%. Meglio ha fatto Italia Uno: il film True Justice – La vendetta ha appassionato 2,3 milioni di spettatori (share all’8,02%).

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *