Ballando con le stelle, il cast: l’identikit di Stefano Campagna

By on gennaio 3, 2012
identikit di Stefano campana a ballando

text-align: justify”>Stefano Campagna dal Tg1 a BallandoManca davvero poco al debutto dell’ottava edizione di Ballando con le stelle con Milly Carlucci. E dopo avervi raccontato di Anna Tatangelo, Lucrezia Lante della Rovere, Andrés Gil, Gianni Rivera, Alex Belli, Marco Delvecchio e Claudia Andreatti è il turno di Stefano Campagna (in foto, ndr). Continuiamo quindi il nostro viaggio tra le stelle di Ballando con un personaggio che è entrato nel mondo tutto lustrini dello spettacolo dalla porta del giornalismo in tv. Ormai storico volto dell’edizione del mattino del Tg1, Stefano Campagna vanta una gavetta nelle file del Tg2, ma anche anni di assistente universitario in Storia dei paesi afro-asiatici. Del resto Campagna, prima degli studi universitari, ha vissuto ben 23 anni tra Africa e Medio Oriente, al fianco del padre, addetto d’ambasciata.

Si laurea in Scienze Politiche e come dicevamo si dedica alla carriera giornalistica. In Rai dal 1997, prima precario al Tg2 e poi al Tg1 con direttore Clemente Mimun. Diventa conduttore del telegiornale della mattina, dal 2002 al 2009. Nel 2010 una breve parentesi come responsabile della rubrica Meteo per ritornare nel 2011 alla tradizionale conduzione del Tg. Ma la vita pubblica di Stefano Campagna è costellata da eventi particolari. A partire dal suo outing. Siamo nel 2007 quando rivela a Telegiornaliste.com la sua omosessualità. “Io vivo la mia vita con la quotidianità di chiunque altro. Mi limito a non filtrare le parole. Non mi vergogno ad usare il maschile. Io non sono ‘dichiarato’, sono una persona che lavora e che non ha nulla da nascondere. Quella che i benpensanti chiamano ostentazione per me è vita. Mi stupisce che la cosa stupisca. E spero che smetta di stupire. È stata una grande conquista per me poter approdare alla conduzione del Tg1 e voglio sperare che con questo si possa lanciare un messaggio forte a tutti gli omosessuali che vivono la loro condizione quasi con vergogna, nascondendosi”.

Dell’ottobre 2009 è invece l’apparizione a Chi l’ha visto? L’intervento nel programma di Rai3 ha un obiettivo preciso: ritrovare la sorella, della quale aveva ignorato l’esistenza per parecchi anni. La notizia l’aveva avuta da sua cugina, alla quale a sua volta era giunta dalla madre. “Mia madre non sapeva che io fossi gay, io non sapevo che lei avesse avuto una figlia”. Purtroppo la madre del giornalista, Augusta, prima di sposarsi rimase incinta dopo aver subito una violenza. “Sarebbe stata una poco di buono e la bambina la figlia di una poco di buono”. Ciò spinse Augusta, con la complicità del medico, a dare la bimba in adozione senza che nessuno venisse a conoscenza di nulla. Dopo tanti anni Stefano scopre di avere una sorella. “Sapere che la propria madre ha subito una violenza è devastante, ma vedere in quella cartolina una vita (…) Era una bambina che oggi è una donna di 56 anni, io la vorrei conoscere, la vorrei veramente conoscere. Da una cosa brutta potrebbe nascere una cosa bellissima e se c’è da chiedere scusa, vorrei farlo io. Qui ci sono due braccia per abbracciarti”.

Una storia ricca di momenti importanti; la storia di un ragazzo come tanti che ha saputo trovare la sua strada. Adesso si concede anche la gioia e il divertimento di un programma come Ballando. Stefano Campagna, il buono che c’è in tv?

About Gianrico D'Errico

Nato a Cisternino (BR) nel 1988. Laureto in Filosofia è laureando in Scienze Filosofiche a Padova. Ama le serate con gli amici (preferibilmente a casa con coperta e cioccolata calda). Da sempre lo accompagna la passione per il cinema, gli sono irresistibili le commedie nere. Diventare giornalista è una delle tante opzioni che ha appuntate sul suo taccuino delle cose da fare da grande (assieme all'astronauta e l'inventore di cose utili). Per adesso ci prova con tanta passione per la scrittura e la televisione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *