Ballando con le stelle vs Italia’s Got Talent: festeggiano entrambi, chi mente?

By on gennaio 8, 2012
Milly Carlucci vince la serata

text-align: justify”>Milly Carlucci vince con BallandoViene da sorridere nel post esordio dei due grandi colossi Ballando con le stelle con Milly Carlucci (in foto, ndr) e Italia’s Got Talent, rispettivamente Rai e Mediaset. Sembra quasi di non parlare più di televisione e il ricordo vola a quella politica dei teatrini che tanto piace all’Italia e all’italiani. Sembra di vedere il cavaliere e l’amico Tremonti, dati alla mano, raccontare il progresso dell’Italia e, altrettanto galvanizzati ma per la motivazione contraria, i vari Bersani, Di Pietro che anche loro, dati alla mano, raccontano un’Italia che con la prima non ha nulla a che fare. Chi ha ragione? Ce lo siamo chiesti in tanti ma ancora nessuno ha avuto una risposta che sia una.

Con le teste di serie del sabato sera della televisione generalista si rischia lo stesso impasse. Perché aprendo i giornali questa mattina (quelli in rete) si legge che Ballando con le stelle vince la serata, aggiudicandosi con 5.949.000 telespettatori una fetta generosa di share; si tratta del 26,50%. Mentre il diretto avversario su Canale5 con 5.264.000 telespettatori raggiunge un più che dignitoso 22,92%. Uno share che dalle parti del Biscione in tanti sognano in questo periodo, compreso il Grande Affannato (Grande Frattello, ndr). Fin qui tutto bene. Nel senso che quella volpe di Maria aveva già messo le mani avanti, dichiarando di essere certa della vittoria di Ballando, show affermato e dalla formula vincente. Belle parole con la consapevolezza, però, che il suo talent avrebbe retto bene lo scontro diretto. Ad Italia’s Got Talent, infatti, non manca niente: c’è il varietà tanta varietà, c’è la curiosità di sapere chi ti troverai di fronte e tanto, questa volta reale, talento smistato in tutte le forme possibili e conosciute d’arte.

Ma per quanto il giudizio personale possa influire e far lievitare anche i numeri dell’auditel, c’è da fare chiarezza. La confusione nasce dal tentativo azzardato e a parer nostro anche inutile e assolutamente poco proficuo (se non dannoso) dell’ufficio stampa del Biscione di alterare il risultato presentando la questione da un punto di vista diverso. I dati auditel di cui parla Mediaset sono esatti ma ciò che inficia le parole di quelli del Biscione sono le omissioni che impediscono una visione d’insieme. Ecco le parti salienti del testo reso noto dall’ufficio stampa del programma:Italia’s Got Talent riaccende il sabato sera di Canale 5. Con il 23% di share e 5 milioni e 264  mila spettatori ottiene un ottimo risultato di audience. Milly non balla più da sola, dopo anni di incontrato en plein si trova davanti ad un temibile competitor. Italia’s  Got Talent sul target commerciale (15-64) svetta al 25,93% mentre Ballando con le stelle si ferma al 19,62%.Il talento di persone comuni conquista il pubblico più dei pluridecorati e pluriremunerati  dello show di Raiuno”.

Ora per essere chiari: le dichiarazioni di vittoria assoluta di Italia’s Got Talent lasciano il tempo che trovano. Il comunicato nel menzionare il 23% del suo programma dimentica di nominare il 26,50% del competitor. Nel target commerciale, invece, guarda un po’ svetta il risultato positivo di Italia’s Got Talent. Per fare chiarezza i dati sul target commerciale sono viziati da una fascia d’utenza, in questo caso quella che va dai 15 ai 64 anni) che in qualche maniera limita il risultato a quella fascia. Per quanto questi dati siano utili per capire se gli obiettivi interni sono stati raggiunti, rimangono relativi ad un determinato settore dell’indagine. In altre parole, non c’è dubbio che la serata sia stata vinta da Ballando.

Ma come dicevamo nel titolo entrambi festeggiano. Chi mente? Mah. Ballando è lontano dai suoi 7.000.000 della prima edizione ma continua ad essere leader. Italia’s Got Talent è un format relativamente nuovo e ha avuto dei picchi di ascolto che fanno ben sperare (sempre dal comunicato stampa: “Durante la puntata si registrano due picchi eccezionali: alle 22:48 l’ascolto medio e’ di 7 milioni di telespettatori, mentre alle 24:30 in chiusura di puntata la share vola al 32.3%). Mediaset avrebbe potuto evitare di viziare così il comunicato stampa. La sconfitta sarebbe risultata dignitosa e avrebbe permesso, se accettata per quello che era, di parlare di bei programmi, di possibilità di crescita e tanto altro. Ora, invece, siamo qui a raccontarci favole numeriche degne del miglior seguace di Pitagora.

 

About Gianrico D'Errico

Nato a Cisternino (BR) nel 1988. Laureto in Filosofia è laureando in Scienze Filosofiche a Padova. Ama le serate con gli amici (preferibilmente a casa con coperta e cioccolata calda). Da sempre lo accompagna la passione per il cinema, gli sono irresistibili le commedie nere. Diventare giornalista è una delle tante opzioni che ha appuntate sul suo taccuino delle cose da fare da grande (assieme all'astronauta e l'inventore di cose utili). Per adesso ci prova con tanta passione per la scrittura e la televisione.

One Comment

  1. Andrea

    gennaio 8, 2012 at 15:41

    Ballando ha avuto i picchi piu alti..7.2 milioni…e lo share piu alto a fine puntata 35%..
    Mi sembra ovvio chi mente….

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *