David Letterman: nel suo show deride Schettino e gli italiani…

By on gennaio 24, 2012
David-Letterman-su-costa-concordia

text-align: justify”>David-Letterman-su-costa-concordiaL’ironia, a quanto pare, non è cosa solo italiana. Anzi dall’altra parte del mondo, superate e di molto le colonne d’Ercole, c’è chi si sbeffeggia degli italiani e dei nostri drammi; ma se la satira in Italia viene accusata di immoralità e squallore, chi lo sa cosa riserverà il destino per la satira d’oltreoceano. Bisognerebbe rivolgersi alle Moire per un responso o, senza scomodare miti senza tempo, potremmo comunque facilmente intuire come andrà a finire. Ma prima dei giudizi, i fatti. Come voi ben sapete il naufragio della Costa Concordia ha fatto il giro del mondo. I nostri telegiornali hanno dedicato diversi servizi su come il resto del mondo avesse colto la notizia. Nella giornata di sabato l’intera programmazione Rai e Mediaset era dedicata alla Costa Concordia e TvTalk su Rai3 si è soffermato proprio sull’impatto che la notizia ha avuto fuori dai nostri confini. Ciò che più ha colpito l’opione pubblica è sicuramente l’immagine della nave piegata su di un fianco e così vicina alla costa; del resto la presenza a bordo di passeggeri in maggioranza stranieri ha trasformato il dramma della costa Concordia in un evento non solo italiano. Sulla nave da crociera anche passeggeri americani. E dopo i primi giorni di dolore e commozione anche negli Stati Uniti il meccanismo della satira a tutti i costi si è messo in moto.

Protagonista dello sfottò David Letterman (in foto, ndr) nel suo spettacolo, il David Letterman show (trasmesso per l’Italia da Rai5) che durante uno dei suoi monologhi ha preso di mira l’ormai noto comandante Schettino. Lo definisce “un volpone su una nave da crociera italiana” e, in un improbabile tentativo di imitarne la voce, scherza così: “Si suppone che il capitano sia l’ultimo ad abbandonare la nave, ma quest’uomo è stato il primo ad abbandonare la nave! Avrà detto: Non siamo lontani da terra, ci rivediamo in città”. Del resto, ironizzare sulla conversazione telefonica tra Schettino e De Falco non è, poi, così difficile; gli basta citare testualmente un passo della conversazione per provocare l’ilarità generale: “Gli hanno gridato: Ritorna sulla nave! Lui ha risposto: No, è buio!”.

comandante-schettino-costa-concordia

Letterman torna anche sulle dichiarazioni di Schettino sulla scialuppa. “Dice che è scivolato e caduto su una scialuppa. Siete mai stati in crociera? Il pericolo maggiore è inciampare e cadere in una scialuppa, vero? Vorrei avere un nichelino per ogni volta che è successo. Una scusa incredibile, il Capitano è scivolato. Anche O.J. Simpson è rimasto incredulo”. A dirla tutta quelle dell’amico David sono battute neppure così esilaranti che sfociano in una frecciatina sugli italiani: “E’ confortante sapere che una nostra auto media ha un sistema di navigazione migliore di una nave da crociera italiana”. Applaudiamo tutti il genio americano. Poi quando gente come la Bignardi accoglie nelle sue Interviste Barbariche I soliti idioti che ironizzano sulla tragedia della Concordia si grida allo scandolo. E della satira italiana di Geppi Cucciari? Nessuno ne parla. Povera Italia.

In basso il video con il monologo tratto dal David Letterman Show.

 

About Gianrico D'Errico

Nato a Cisternino (BR) nel 1988. Laureto in Filosofia è laureando in Scienze Filosofiche a Padova. Ama le serate con gli amici (preferibilmente a casa con coperta e cioccolata calda). Da sempre lo accompagna la passione per il cinema, gli sono irresistibili le commedie nere. Diventare giornalista è una delle tante opzioni che ha appuntate sul suo taccuino delle cose da fare da grande (assieme all'astronauta e l'inventore di cose utili). Per adesso ci prova con tanta passione per la scrittura e la televisione.

2 Comments

  1. alba

    gennaio 24, 2012 at 20:56

    Certo Schettino l’ha fatta proprio..grossa!! Se invitato da altri poteva rifiutarsi di fare la manovra. A fatti avvenuti poteva e doveva comportarsi diversamente!!! E’ inqualificabile.
    Ma, il popolo italiano, l’ingenuità,il voler fare, le opere e la correttezza di tanti? dove sono andate a finire…Certo sono molto più compatti e solidali altri popoli da cui non trapela..molto, vedi il caso di Ustica…..

  2. leone antonio

    aprile 8, 2012 at 13:12

    MI PIACEREBBE SAPERE SE LETTERMAN HA ANCHE IRONIZZATO SUI PILOTI DEL CERMIS, SE HA IRONIZZATO SUL 40% DEI POLIZIOTTI DI NEW ORLEANS CHE HANNO DISERTATO DURANTE L’URAGANO KATRINA, SE HA IRONIZZATO SU LOZANO (CASO CALIPARI) E SE IRONIZZERA’ ANCHE SUI DUE FUCILIERI DEL SAN MARCO. SCHETTINO E’ UNO SOLO PER FORTUNA NOSTRA MA DI AMERICANI STRONZI COME LETTERMAN NE ABBIAMO PIENE LE TASCHE.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *