“Distretto di polizia 11”: 3 mln per l’ultima puntata, ecco il riassunto

By on gennaio 16, 2012
foto cast Distretto di polizia 11

text-align: center”>foto cast Distretto di polizia 11

E’ giunta ieri sera al termine l’ultima puntata di Distretto di polizia 11, che è riuscito a chiudere aumentando lievemente il numero di telespettatori ma non è riuscito a battere la fiction di RaiUno Il restauratore con Lando Buzzanca. Sono stati infatti 3.027.000 gli italiani che l’hanno vista, con uno share dell’11,10% contro i 5.429.ooo (share al 19,92%) della seconda puntata della serie prodotta da Rai e Albatross. Ecco cosa è successo nei due episodi conclusivi andati in onda su Canale 5 e intitolati Il grano e la pula parte 1 e parte 2. Il commissario Brandi (Andrea Renzi) si convince sempre più che Corallo (Tommaso Ragno) si sia nascosto tra i senzatetto della Capitale e pertanto decide di inviare Pietro (Dino Abbrescia) a indagare sul posto vestito da barbone. Nel frattempo al Decimo Tuscolano Anita Cherubini (Maria Amelia Monti) e Giovanni Brenta (Gianluca Bazzoli) cercano di fare luce su un complicato caso legato al ritrovamento di vernice industriale tossica riversata in un fiume. Oltretutto qualcuno è entrato di soppiatto nello studio dell’ingegnere Bastianelli senza rubare nulla. L’uomo, si scopre, è stato per anni al centro di un giro di rifiuti tossici. Sembrerebbe lui il colpevole del disastro ambientale, ma mentre la squadra è impegnata a cercare di disattivare una bomba – che poi si rivela finta – i responsabili rubano 40 chili d’oro. Pietro, al Tevere, riesce a scoprire che Corallo è stato visto tra i barboni. L’uomo, sempre nascosto, si rivela soltanto a Mara (Miriam Leone), grazie alla quale ottiene informazioni su Brandi e la sua famiglia.

La prima “vittima” è il figlio Matteo, che viene avvicinato da Mara dopo un litigio con Ilaria. La ragazza gli dice che potrà farlo riappacificare con la fidanzata grazie a una sorpresa: farle incontrare il cantante preferito poco prima del concerto. Corallo poi viene a sapere che è seguito da Pietro e quindi decide di trasferirsi momentaneamente da Mara, invitandola a convincere Valentina (Valentina Cervi) a prendersi la sua parte di denaro. Intanto al maneggio Lavinia (Chiara Conti) e Valentina si chiariscono. L’ex moglie di Leonardo ha capito di essersi sbagliata sul conto della giovane. Il secondo episodio si apre con una interessante scoperta: le sostanze gettate nel fiume sembra siano state prodotte in un laboratorio universitario. Il primo sospettato è un docente universitario. Quando il suo computer viene messo sotto controllo viene fuori che è pronta una spedizione di rifiuti tossici per la Germania, apparentemente regolare. Ma in realtà all’interno dei bidoni è nascosto l’oro rubato. Il caso è risolto. Appena Mara racconta a Valentina di Corallo e dei soldi la ragazza corre a riferirlo a Brandi, come previsto dal criminale. Il commissario teme che potrebbe trattarsi di un bluff e d’accordo con Valentina decide di stare al gioco. La ragazza infatti fa da esca e per capire le intenzioni di Corallo, finge di litigare con Leonardo e dice all’amica di volerla aiutare a rubare i soldi del criminale. L’uomo ovviamente capisce che si tratta di una messinscena e racconta a Mara di aver spostato il denaro sulla barca, conscio che Valentina avvertirà la polizia. Nel frattempo Simone e Ilaria ottengono il lasciapassare per incontrare il cantante ma il ragazzo entusiasta ne parla con la madre. Poi i due giovani stanno per essere messi in trappola da Corallo. Valentina e Mara arrivano alla barca ma non trovano i soldi. La polizia fa irruzione e Mara scappa via. Lavinia riesce ad avvertire Brandi che il figlio è in pericolo. Marco Gallo (Ninni Bruschetta) blocca i due ragazzi e spara a Corallo. L’uomo ferito viene finalmente arrestato. Anche Mara subisce la stessa sorte. Intanto Pietro rivela a Barbara (Lucilla Rostagno) di aver deciso di prendere in affido la piccola Alice e le chiede di sposarlo. Lei accetta. La puntata si chiude con il brindisi al maneggio di tutta la squadra mentre Ugo (Marco Marzocca) dice: “A Luca tutto questo sarebbe piaciuto”.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *