Emanuela Falcetti in onda su Rai2 con Istruzioni per l’uso: è ancora bufera sull’Italia sul 2

By on gennaio 24, 2012
Emanuela Falcetti conduttrice

Il palinsesto, si sa, è mobile: eventi inattesi o semplici tentativi di migliorare l’audience implicano spesso cambiamenti improvvisi nella programmazione televisiva. Ma quel che accede a Rai2 è certamente singolare. Sono ancora recentissime le polemiche legate al conduttore del programma pomeridiano L’Italia sul 2, il giornalista Milo Infante, che pare abbia lamentato un ridimensionamento del suo ruolo in favore della collega Lorena Bianchetti, che avrebbe molto più spazio di lui nel programma e soprattutto argomenti ed ospiti più importanti rispetto a quelli lasciati al giornalista. Ecco, neanche il tempo di far rientrare la polemica, con l’indiscrezione annessa di una possibile causa legale intentata da Infante verso la Rai, che arriva a sorpresa un nuovo programma, in onda una tantum, proprio nella stessa fascia oraria, in sostituzione dell’Italia sul 2, i cui ascolti sono precipitati al 6% rispetto al 13% dell’anno scorso.

Il titolo della trasmissione, che andrà in onda in diretta dalle 14 alle 16 e 15, è Rai2: Istruzioni per l’uso. Ecco il comunicato stampa stringatissimo con cui la direzione Rai anuncia l’esperimento previsto per oggi pomeriggio: “Si affronteranno le problematiche emerse dopo il naufragio della nave Costa Concordia all’Isola del Giglio. Come verranno risarciti i passeggeri della Costa Concordia? Quali i danni psicologici e i rischi per l’ambiente? Di chi sono le responsabilità?”.

emanuela-falcetti

Niente di nuovo dunque. Continuano ad imperversare in tv le immagini della nave affondata al largo dell’Isola del Giglio: dopo l’Arena di domenica pomeriggio, i servizi interminabili de La vita in diretta e le interviste di Barbara d’Urso, ecco l’ennesimo pseudo-approfondimento sulla tragedia del mare che ha fatto il giro del mondo. L’affidamento del programma alla giornalista Emanuela Falcetti (in foto, ndr), conduttrice fino allo scorso giugno dell’appuntamento quotidiano su Radio1 Istruzioni per l’uso, dovrebbe attribuire un taglio più informativo e di servizio al programma. Ma viene da chiedersi: ce n’era davvero bisogno?

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

4 Comments

  1. clara

    gennaio 24, 2012 at 19:04

    No!!!! non avevamo bisogno di altri approfondimenti sulla triste tragedia, bastano le notizie dei tg. Mi domando perchè Milo Infante occupa spazi di secondo piano, è un giornalista preparato e brillante e a mio avviso è preferibile alla conduttrice Lorena.
    Anzichè la Falcetti e le Istruzioni x l’uso, rinnovate argomenti di vita comune e fateli trattare dal duo Infante e Leofreddi, grazie Clara

  2. Nino

    gennaio 25, 2012 at 08:54

    Emanuela aveva sempre condotto un bellissimo programma su radio 1, purtroppo tolto dal palinsesto, ho trovato molto interessante il programma al di la del tema trattato ormai diventato ossessionante, spero possa continuare perché i suoi ospiti e gli argomenti trattati ci potranno essere sempre di grande aiuto per non morire di rabbia. Ciao Nino

  3. Primetta Migliorini

    gennaio 25, 2012 at 14:29

    Viva la Falcetti per sempre!!!! Brava, preparata, professionale. Basta con i finti conduttore alla Milo e Lorena! Ma quando li toglieranno? E basta con la campagna pro Balivo! Ma vi sembra una conduttrice? Oltre ad intervistare cantanti, attori e fare interviste strappalacrime ( finte) non sapeva fare molto di più. Il servizio pubblico deve fare “servizio pubblico”, cioè informare.

  4. Shuaidd

    febbraio 9, 2012 at 10:56

    Spero che Falcetti stia lontana dai microfoni a lungo. Insopportabile, con le sue manfrine.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *