Festival di Sanremo 2012, la scheda di Nina Zilli

By on gennaio 26, 2012
foto della cantante Nina Zilli

text-align: center”>foto della cantante Nina Zilli

La sessantaduesima edizione del Festival di Sanremo si svolgerà al Teatro Ariston dal 14 al 18 febbraio prossimi. Mentre gli ultimi dettagli stanno per essere messi a posto continuiamo a scoprire i big in gara. A presentarsi con il brano Per sempre, che anticipa l’uscita del suo secondo album L’amore è femmina troviamo uno dei talenti che si è affermato da pochi anni in Italia. Parliamo di Nina Zilli, pseudonimo di Maria Chiara Fraschetta, piacentina doc classe ’80. Il contatto con il rock e il punk degli anni Settanta la catapulta a tredici anni nel meraviglioso mondo della musica. Cominciano molto presto quindi le sue prime esibizioni live. Successivamente decide di studiare canto lirico in Conservatorio trascorrendo la sua infanzia in Irlanda, cosa che le ha permesso di imparare perfettamente la lingua inglese. Nel 1998 fonda una band, i The Jerks, continuando ad approfondire le sue conoscenze musicali e a scoprire le nuove sonorità R&B, reggae, soul, e la musica italiana degli anni Sessanta. Continuano nel frattempo i suoi viaggi in giro per il mondo. Prima torna a Piacenza per terminare le scuole superiori e poi si trasferisce per due anni a Chicago e New York. Questa internazionalità le permette di diventare veejay di MTV e poi co-conduttrice al fianco di Red Ronnie dell’ultima edizione di Roxy Bar, su TMC2. Una sua nuova band nasce nel 2001. Chiara&Gliscuri – questo il nome – debutta per la Sony con il singolo Tutti al mare.

nina-zilli-con-il-premio-della-critica-sanremo-2010

Negli anni successivi collabora con diversi artisti e gruppi della scena rocksteady/reggae, quali gli Africa Unite e i Franziska, con cui intraprende un tour europeo. Diventa finalmente Nina Zilli nel 2009. La scelta del nome va ricercata nella combinazione tra quello della sua cantante preferita, Nina Simone, e il cognome della madre. Firma pertanto il contratto con la Universal e pubblica il suo primo EP omonimo: Nina Zilli. Neanche a dirlo il singolo estivo 50mila, arricchito dalla collaborazione di Giuliano Palma, ottiene un grande successo radiofonico. Grazie al suo inserimento nella colonna sonora del film Mine vaganti di Ferzan Özpetek e nel videogioco Pro Evolution Soccer 2011 – insieme all’altro suo pezzo L’infernoNina Zilli scala le classifiche ottenendo il consenso del pubblico italiano che non perde occasione per canticchiare il brano. Nell’EP si sentono tantissimo le influenze soul e R&B e un fortissimo richiamo agli anni Sessanta. Nel 2010 arriva il suo primo Festival di Sanremo con il brano L’uomo che amava le donne, che si aggiudica il Premio della Critica Mia Martini, il premio Sala Stampa Radio Tv e il Premio Assomusica 2010 per la migliore esibizione live. La cantante raggiunge anche la finale a quattro. Viene quindi pubblicato il suo primo album Sempre lontano, che esordisce al dodicesimo posto della classifica ufficiale della FIMI. Il cd rimane in top 20 e raggiunge persino la quinta posizione decretando Nina Zilli come rivelazione del Festival. L’uomo che amava le donne arriva al quattordicesimo posto dei brani più trasmessi dalle radio italiane, mentre ad aprile l’album diventa disco d’oro. Nello stesso anno partecipa allo storico Concerto del Primo Maggio in piazza San Giovanni a Roma, poi in estate ai Wind Music Awards all’Arena di Verona venendo premiata come “New Artist”. A novembre il nuovo singolo Bacio d’a(d)dio apre la strada all’album Sempre lontano – Special edition, accompagnato da un dvd con l’intero concerto tenuto al Blue Note di Milano. Nel 2011 torna a Sanremo come ospite e canta in duetto con i La Crus il brano Io confesso. L’album ottiene in quegli stessi giorni la certificazione di disco di platino. Nina Zilli riceve poi due nomination ai TRL Awards 2011 nelle categorie Best Look e Italians Do It Better. A condurre la cerimonia fiorentina è proprio lei insieme a Fabrizio Biggio e Francesco Mandelli, conosciuti al pubblico come il duo comico I soliti idioti. Da maggio a luglio 2011 ha condotto ogni venerdì pomeriggio il programma Stay Soul su Rai Radio Due. Quest’anno torna in gara a Sanremo per la seconda volta.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *