“Il restauratore” con Lando Buzzanca: riassunto prima puntata

By on gennaio 9, 2012

text-align: center;”>Foto Lando Buzzanca Il restauratore

Ieri sera è andata in onda la prima puntata (due episodi) della prima fiction dell’anno di Rai Uno, Il Restauratore con Lando Buzzanca. La vicenda parte dal rilascio per buona condotta di Basilio (Lando Buzzanca),  ex poliziotto condannato a vent’anni di carcere per aver ucciso i rapinatori che avevano freddato la sua giovane moglie incinta, Laura (interpretata dalla giovane attrice Giorgia Guerra). Appena uscito dal carcere, Basilio, che dietro le sbarre ha imparato il mestiere di restauratore, grazie al direttore del penitenziario, trova lavoro presso una bottega di restauro la cui proprietaria è Maddalena (Martina Colombari). In questo negozio, Basilio scopre di avere uno strano potere: toccando gli oggetti altrui ha delle visioni, o meglio delle premonizioni su quello che succederà nell’immediato futuro. Il suo fiuto da poliziotto lo porta quindi ad indagare sulle diverse storie personali dei proprietari degli oggetti per poter scongiurare la tragedia della visione. Nel primo episodio, intitolato Il dono, Basilio grazie ad un clown in una scatola consegnato al negozio anni fa, capisce che un uomo è in pericolo. Filippo è un infermiere che viene accusato di aver quasi ucciso un paziente ma grazie all’aiuto del restauratore riesce a smascherare il suo collega che aveva falsificato le cartelle cliniche per farlo licenziare e ottenere al suo posto il contratto a tempo indeterminato. Ma non è questo il pericolo che era apparso nella visione di Basilio, perchè ben presto Filippo socpre che la moglie gioca ai gratta e vinci portando così i conti di famiglia in rosso.

prima-puntata-lando-buzzanca-restauratore

Filippo tenta di uccidersi nel Tevere ma al suo fianco c’è Basilio a salvarlo. Nel secondo episodio dal titolo Segreti e bugie, dal contatto con un portacipria Basilio riceve una nuova premonizione: “vede” una ragazza che usandolo resta sfigurata  a causa della soda caustica che c’è dentro. Il restauratore cerca quindi di rintracciare la futura vittima e scopre che si tratta di Sonia B., una giovane cantante. Dietro al suo successo, però, c’è un segreto: la sua vera voce è Donatella, la sua corista di maggior talento. Donatella, illusa di poter incidere un disco da solista, scopre ben presto che deve cedere il suo singolo di lancio a Sonia B. Per vendetta riempie il portacipria di soda caustica, ma Basilio è lì pronto ad evitare che una govane ragazza confonda la vendetta con la giustizia, come vent’anni fa aveva fatto lui.

About Martina Fantauzzo

Nata a Milano nel 1981, si è laureata in Scienze della Comunicazione presso lo IULM e ha intrapreso la laurea specialistica in Radiofonia a Siena. Appassionata di televisione e radio, lavora da anni come autrice in un'emittente nazionale e per tre anni si è occupata di un programma che parlava di tv. Non le è sembrato vero passare tutta la giornata a scandagliare il palinsesto televisivo ed essere anche pagata. Si è avverato un sogno.

One Comment

  1. Francesco

    gennaio 9, 2012 at 12:12

    Ottimo riassunto! Lo recupererò su RaiReplay, allora. 🙂

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *