Il Tredicesimo Apostolo, il regista racconta dell’evento paranormale avvenuto durante le riprese

By on gennaio 11, 2012

text-align: justify”>

Una nuova avvincente puntata per Il Tredicesimo apostolo che torna stasera su Canale Cinque a partire dalle 21,10 dopo aver agganciato con successo il pubblico della scorsa settimana registrando uno share pari al 30.99% di share con 7.103.000 telespettatori totali per la prima puntata andata in onda mercoledì 4 gennaio. Pronta a replicare il successo dell’esordio, la fiction con Claudia Pandolfi e Claudio Gioè tra mistero giallistico e sovrannaturale, ha la pretesa di sconfinare in un nuovo genere con grandi ambizioni esplicitate dallo stesso regista Alexis Sweet. “Per raccontare Il Tredicesimo Apostolo – spiega – è necessario partire da una premessa: volevamo fare una serie nuova e coraggiosa… nuova in quanto sapevamo di collocarla in un panorama televisivo come quello italiano dove sarebbe stata la prima serie a trattare l’argomento del paranormale in maniera approfondita e coraggiosa perché abbiamo voluto creare e soddisfare aspettative di un pubblico molto vasto come quello di Canale 5 ancora non abituato a questo tema”.

 

Un tema che comunque pare attecchire notevolmente sul pubblico televisivo, visceralmente interessato a temi misteriosi e dai risvolti paranormali, che troveranno pane per i propri denti con Il Tredicesimo apostolo. Addirittura, il regista racconta di fatti “ fuori dal normale” accaduti durante le riprese della fiction che rendono il tutto ancora più interessante e attrattivo per lo spettatore e che hanno lasciata stupita l’intera troupe. “Il titolo rimanda a un “prescelto” che dovrebbe reinventarsi la Chiesa – racconta il regista –  Nessun problema con il Vaticano, non tocchiamo i bastioni della fede cattolica. Esploriamo il paranormale, anche scientificamente”. E a proposito di quanto accaduto durante le riprese racconta: “In una villa, dove si dice giri il fantasma di un cardinale, siamo rimasti inspiegabilmente chiusi dentro una stanza dopo che qualcuno ha visto un’ombra. C’è stata poi l’interferenza di una strana sagoma in un video”.

Insomma, oltre alla messa in scena pare che troupe sia stata coinvolta direttamente in questo episodio inspiegabile, che ben si sposa con le tematiche della fiction che trasmette mistero e suspence con effetti speciali coadiuvati però da un’atmosfera assolutamente “esoterica”. “Gli effetti speciali non sono bastati per creare l’atmosfera che volevo dare al film –spiega infatti Alexis SweetNe “Il Tredicesimo Apostolo” ho voluto sostituire l’adrenalina – fortemente presente in altre mie regie del passato, come “Intelligence, servizi & segreti” o “RIS – Delitti Imperfetti” – con la tensione e la suspense, tenendo la macchina da presa sempre in movimento e adottando un montaggio poco invasivo e fluido”. E a quanto pare l’intento è stato perseguito perfettamente! L’appuntamento è dunque stasera in prima serata su Canale Cinque con la seconda puntata della fiction.

 

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *