Il Tredicesimo Apostolo: TgCom intervista il regista Alexis Sweet

By on gennaio 19, 2012
Una foto dal set de Il tredicesimo apostolo con alexis sweet e claudio gioè

Continua a registrare un ottimo gradimento di pubblicoIl Tredicesimo Apostolo“, la nuova fiction improntata sul mondo del paranormale con Claudio Gioè e Claudia Pandolfi e nella puntata andata in onda ieri sera ha totalizzato uno share pari al 20,82% evidenziando il fatto di essere riuscito nell’intento più importante per una fiction a puntate: quello di creare un’affezione nel pubblico che inizia ad aspettare in trepidante attesa la puntata successiva. Scritto da Pietro Valsecchi e diretto da Alexis Sweet, lo stesso di Ris, Delitti imperfetti e Il capo dei capi, è lo stesso regista a parlare del successo della fiction in un’intervista a Tgcom24. “Io non mi considero un regista autore – dichiara Sweetma uno che fa un mestiere. E come tale mi piace confrontarmi con diversi stili. Confesso che inizialmente avevo un po’ paura perché, proprio in quanto una cosa nuova, mi chiedevo come l’avrebbe preso il pubblico italiano. Fortunatamente sembra avere apprezzato molto”. Mentre si sta dedicando a“Il clan dei camorristi” e “Buscetta”, che vedremo presto in tv, Alexis Sweet nell’intervista confessa le difficoltà che ha avuto nell’addentrarsi in un mondo nuovo per lui quello del paranormale.

In quanto prodotto per tutti e da prima serata non poteva scadere in immagini troppo forti ma allo stesso tempo la tensione è un ingrediente fondamentale della storia. Non essendo noi a Hollywood dove c’è una grande esperienza in materia, ci siamo dovuti inventare un po’ tutti un metodo di lavoro. Per esempio l’effetto dei bambini che levitano che si vedono nella prima puntata l’ho pensato io e poi quelli degli effetti speciali hanno aggiunto, consigliato. Ci sono state riunioni su riunioni. Per me questo nella fiction è fondamentale: bisogna preparare tutto nei minimi particolari per evitare problemi sul set”. E il prodotto finito è stato premiato da un’attenzione e un’adesione di pubblico notevole che fa ben sperare il regista per il futuro. “Sono molto felice – ha dichiarato Alexis Sweet riferendosi all’enorme successo di pubblico –  Anche perché se si ottiene un buon responso con una serie poi tutto va meglio anche per i lavori successivi, c’è più fiducia e voglia di investire”.

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *