Iva Zanicchi spiega il video di Carramba ma è molto arrabbiata

By on gennaio 11, 2012
iva-zanicchi

text-align: center”>La Zanicchi spiega il video di Carramba

Sarà per la non florida situazione economica che affligge il Paese, ma mai come in questo periodo è un fiorire di prodotti per l’espulsione di corpi estranei: dall’elegante spot di un medicinale che favorisce l’evacuazione a quell’altro classico per quando ti sorprende la dissenteria, anche se per tutti Alessia Marcuzzi era e resterà la regina del Bifidus (speriamo non lo rifili alla piccola Mia Facchinetti al posto del latte). A sdoganare definitivamente la pupù ci ha pensato il premio Oscar Roberto Benigni, riproponendo l’Inno del corpo sciolto a trent’anni di distanza dalla prima esecuzione in pubblico.

Lo stesso comico toscano, ospite a Sanremo 2009 prese di mira la cantante Iva Zanicchi per il testo della sua Ti voglio senza amore e l’Aquila di Ligonchio lo incolpò della sua eliminazione alla prima serata. In realtà la colpa era prevalentemente della mediocre canzone. E sempre Iva Zanicchi non ha finito di sbollire la sua rabbia all’indomani della diffusione di quel video che le ha regalato una popolarità inaspettata, una clip nella quale ospite di Carramba sembra farsela addosso con gli altri ospiti che scappano nel panico generale simulando il sentore di qualcosa. L’ex conduttrice di Ok, il prezzo è giusto ha così voluto spiegare una volta per tutte la verità su quel video:

“Un impresario con cui avevo lavorato in Argentina, un certo Marone, ha bussato al mio camerino e mi ha presentato un illusionista spagnolo di cui non ricordo il nome. Lui era con noi a Carramba quel giorno e io per fargli fare bella figura ho finto di andare in trance e di essere ipnotizzata. Sono fatta così: quando si può dare una mano a qualcuno, non mi tiro indietro”. Quando si dice che un’amica si vede nel momento del bisogno …L’interprete di Se fossi un tango, ventesima a Sanremo 2002, è tuttavia molto arrabbiata: “Quella non è stata la sola volta in cui ho finto per aiutare degli illusionisti in tv: con Giucas Casella, per esempio, mi è capitato diverse volte. La prima volta sarà stata 25 anni fa: lui mi teneva sospesa a mezz’aria mentre io fingevo di dormire ipnotizzata.Ora mi dispiace rivelare questa cosa, ma sono molto arrabbiata. A causa del frammento di Carramba che è saltato fuori all’improvviso sono stata presa in giro su internet”. Prima d’allora invece era una stimata e rispettata cantante, certo.

About Marcello Filograsso

Studia Giornalismo all'Università degli Studi di Bari e ha esperienza come blogger e addetto stampa di un giovane politico della sua città. Il suo primo amore è la televisione, soprattutto per le serie tv americane come le sitcom "Will & Grace", "Modern Family" e "Tutto in famiglia". Ha la passione per il canto - che sfoga solo al karaoke - e segue con molto interesse i talent show come "X Factor", da quest'anno su Sky. Ama leggere quotidiani, settimanali e libri che parlano di televisione. Il suo modello di critico televisivo è Aldo Grasso. Il suo ambizioso sogno è condurre il Festival di Sanremo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *