Michele Santoro in Rai, il dg Lorenza Lei apre al ritorno

By on gennaio 2, 2012
michele santoro

text-align: justify”>michele santoroE se il 2012 fosse l’anno del ritorno in Rai di Michele Santoro? Il conduttore campano (nella foto), d’altronde, ha sempre detto che considera la tv di Stato, pur con tutti i suoi difetti, la sua unica, vera casa. Il giornalista e la Rai si sono separati la scorsa estate. L’ex europarlamentare ha così messo fine a una battaglia mediatica e legale che si trascinava da troppo tempo e che aveva stancato un po’ tutti. Santoro ha avuto la sua buonuscita milionaria e, dopo il no di la7, ha deciso di tentare la nuova avventura con Servizio Pubblico. Il programma è iniziato, lo scorso novembre, col botto: quasi 3 milioni di spettatori in tv e mezzo milione di utenti on line. Grazie a Sky, al web e una rete di tv locali, la trasmissione copre l’intero territorio nazionale. Dopo l’esordio, particolarmente promettente, gli spettatori sono scesi ampiamente sono quota 2 milioni, anche se il programma – grazie alla pubblicità e alle donazioni dei cittadini – riuscirà ad andare avanti fino al prossimo giugno. Sì, ma dopo? La piattaforma multimediale messa in piede da Santoro e il suo staff continuerà a funzionare, oppure il progetto si è indebolito?

Il futuro di Santoro è incerto, ma non è da escludere che potrebbe essere nuovamente alla Rai. Berlusconi non è più il presidente del consiglio. Riesce a influire molto sulla tv, ma non quanto prima. Ora il primo ministro è quel Mario Monti che il giornalista campano ha detto più volte di apprezzare durante la sua stessa trasmissione. Il dg Rai, Lorenza Lei, fa capire che il ritorno dell’ex europarlamentare è assolutamente possibile.

Intervistata dal Corriere della Sera, il numero uno di Viale Mazzini ha usato parole d’elogio verso l’incubo di Silvio Berlusconi (anche se il vero incubo, ormai, è Marco Travaglio):  “E’ un grande professionista che ha liberamente deciso di lasciare l’azienda. Lo conosco e lo stimo da anni – ha detto Lorenzo Lei. – So che Santoro ha molti progetti. Se deciderà di presentarmeli sarà mia cura valutarli ed illustrarli al consiglio di amministrazione”.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *