Sanremo 2012: la vedova Battisti dice no ai duetti di Emma Marrone e Noemi

By on gennaio 17, 2012
foto-lucio-battisti

text-align: center”>Foto del grande Lucio Battisti

Ancora non è iniziato (anche se manca poco) che già sono partite le prime polemiche e diffide. Stiamo parlando del Festival di Sanremo 2012 e, in particolare, della serata di giovedi che prevede i duetti su canzoni italiane come tributo ai più grandi artisti che hanno reso celebre la nostra musica nel mondo. Questi duetti sono stati annunciati domenica scorsa nel corso dello Speciale Sanremo andato in onda a Domenica In – L’Arena, condotta da Massimo Giletti. Tra questi ci sono anche quelli di Emma Marrone con Gary Go e di Noemi con Sarah Jane Morris, che si sarebbero dovute esibire rispettivamente con Il Paradiso e Amarsi un po’, entrambe di Lucio Battisti. Abbiamo scritto “si sarebbero dovute esibire” perchè la vedova Battisti ha detto no ai duetti delle due cantanti al Festival: Grazia Battisti ha infatti diffidato Emma Marrone e Noemi di esibirsi coi brani del suo defunto marito. Il direttore artistico Gianmarco Mazzi ha ricevuto la telefonata della signora Battisti ed ha riferito di essere rimasto molto sconcertato di fronte all’iniziativa della donna, queste le sue parole: “Le ho spiegato che vogliamo rendere onore alla memoria di Battisti che è nel cuore di tutti noi. Mi sembrerebbe brutto impedire a due giovani artiste di rendere omaggio a un altro grandissimo artista. Lo stop sarebbe una brutta figura anche per noi. Mi auguro non accada”.

Gli avvocati della Rai stanno cercando di capire se la vedova Battisti possa realmente impedire che le canzoni vengano eseguite, dal momento che i diritti dei brani sono anche del paroliere Mogol. Non si capisce, però, perchè Grazia Battisti si imponga per impedire un tributo a suo marito durante la manifestazione canora più importante d’Italia. In realtà non è la prima volta che la vedova di Battisti interviene per negare la sua autorizzazione a riproporre un brano di Lucio: nel passato aveva già impedito che Mogol proponesse il brano inedito Il Paradiso Non è Qui. In fondo è la stessa donna a detenere tutti i diritti sulla musica di Lucio Battisti ed è sempre intenzionata a mantenere una certa riservatezza intorno alla memoria del marito.

About Martina Fantauzzo

Nata a Milano nel 1981, si è laureata in Scienze della Comunicazione presso lo IULM e ha intrapreso la laurea specialistica in Radiofonia a Siena. Appassionata di televisione e radio, lavora da anni come autrice in un'emittente nazionale e per tre anni si è occupata di un programma che parlava di tv. Non le è sembrato vero passare tutta la giornata a scandagliare il palinsesto televisivo ed essere anche pagata. Si è avverato un sogno.

One Comment

  1. Lisa

    gennaio 26, 2012 at 20:22

    Sarà strano ma a me viene da piangere leggendo questo articolo…Insomma non è giusto!!! Ma lei non può pretendere che i brani di Battisti non vengano proposti a Sanremo,ma no!! ma stiamo scherzando?? Senza quelle canzoni la musica non sarà bella come potrebbe essere! E’ difficile da spiegare,insomma Lucio Battisti è amato da tutti…E chi non lo conosce??? L’Italia è orgogliosa di averlo avuto,me compresa!!! E adesso,me la sto prendendo tantissimo a cuore perchè ci tengo davvero a questa cosa. Io sarei felicissima se volessero onorare e ricordare mio marito cosi,e lei potrebbe sembrarci anche un pochino egoista…O sbaglio? Insomma,cos’è tutta questa riservatezza…Non stiamo parlando della sua vita privata perchè allora avrebbe tutti i diritti e sarei d’accordo anch’io. insomma è giusto in fin dei conti garantire la sua privacy ancor meglio adesso che non c’è più(fisicamente) ma nel cuore di tutti è ancora vivo!!!
    Capite cosa vuol dire questo???? Battisti all’epoca diceva:” Voglio essere giudicato per le mie canzoni e per la mia musica e non per la mia vita privata”. Certamente! Dico io,ma allora cosa vuole Grazia Letizia Veronese???. certo è vero che era sua moglie,ma di diritti sulla musica di Lucio lei ne ha sicuramente meno di quelli che avrebbe il diretto interessato se fosse qui (Perchè non sei qui? Avresti dovuto decidere tu sulla TUA musica!) e di Mogol!!! E certo anche lui!!! Vale molto di più di Grazia Letizia,che non c’entra nulla con le canzoni pechè lei all’epoca non ha composto nè la musica e nè i testi COME BEN SAPPIAMO TUTTI. Allora se i fatti pratici mi danno ragione,il problema non c’è. E’ completamente sparito. A Sanremo i due brani si faranno,ma non perchè lo dico io ma perchè penso che è giustissimo cosi!. Daltronde lei non può permettersi di parlare al posto di Battisti e Mogol!!! Chi è d’accordo con me?=) p.s Comunque se vuole impedire questo omaggio perchè crede che due cantanti giovanissime e inesperte come Emma e Noemi non possano competere con suo marito ha perfettamente ragione,nessuno lo nega e nessuno pretende di essere considerati come lui. Però anche in diversi programmi come “io canto” e “ti lascio una canzone” i ragazzi hanno cantato molte canzoni di Battisti-Mogol in tutte le edizioni e nessuna ha mai avuto niente da dire…E ci mancherebbe altro!!! e poi(DA SOTTOLINEARE) Mogol ha partecipato a IO CANTO quest’anno ed è stato felicissimo di sentire le sue canzoni cantate dai bambini e dai ragazzi…ma è normale è ovvio che sia cosi…
    Insomma fa parte della NOSTRA CULTURA MUSICALE ITALIANA e mi dispiace pensare che il pubblico non abbia diritto a quella musica! NOI ABBIAMO DIRITTO E LO VOGLIAMO COME SEMPRE! La musica,i dischi all’epoca li hanno incisi per chi secondo voi??? MA PER NOI,GENTE CHE AMA LUCIO BATTISTI!!! Siamo NOI I PRIMI AD AVERE DIRITTI SULLA MUSICA visto che erano e sono per noi…LO DICO CON CERTEZZA ASSOLUTA.=) E stando alle parole che ha detto Battisti all’epoca penso che anche lui sarebbe stato d’accordo. NOI ABBIAMO IL DIRITTO E IL DOVERE DI OMAGGIARE LUCIO E MOGOL ASCOLTANDO LA LORO MUSICA PERCHE’ E’ LA NOSTRA E FA PARTE DI TUTTI NOI,ITALIANI.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *