Sanremo Story, storia e storie del Festival: 1951, Nilla Pizzi vince la primissima edizione con “Grazie dei Fiori”

By on gennaio 30, 2012
Nilla Pizzi Grazie dei fiori Sanremo

Mancano solo un paio di settimane all’inizio del Festival di Sanremo #62, e noi de LaNostraTv abbiamo pensato di farvi rivivere la magia della kermesse -anche- attraverso uno Speciale Sanremo Story: partirà oggi e vi terrà compagnia nei prossimi giorni, infatti, la nostra nuova rubrica, dedicata alla storia e alle edizioni principali di sessantadue anni di Festival. In ogni post video, foto, informazioni e curiosità sul Festival che fu, per capire quello che sarà: perché è proprio vero che Sanremo è lo specchio di un’Italia che cresce e cambia negli anni. Cominceremo, naturalmente, con la primissima edizione, quella del lontano 1951. Gli artisti in gara? Soltanto tre.

Le prime edizioni non avranno niente a che vedere col Festival che conosciamo oggi: niente Ariston, nessuna categoria, nessun premio della Critica, nessun super-ospite e niente compensi da capogiro, né tanto meno dirette televisive e polemiche sul televoto. Il primo Festival di Sanremo, va in onda dal 29 al 31 Gennaio 1951 ed è presentato da Nunzio Filogamo, conduttore radiofonico e televisivo scomparso nel 2002. Si inizia alle 22.00, è un lunedì ed è la prima di tre serate dal Salone delle Feste del Casinò del comune ligure. L’idea iniziale, in effetti, era di far svolgere il Festival su una nave da crociera: l’ipotesi verrà immediatamente scartata per la qualità del suono che sarebbe giunto alla radio da una nave in mezzo al mare. La televisione, infatti, non esiste ancora, e il Festival andrà in onda alla radio: il pubblico paga 500 lire a biglietto e assiste alle esibizioni canore seduto ai tavolini da bar, con tanto di camerieri che vanno e vengono, occupati a portare le consumazioni, in pieno stile café-chantant. I cantanti in gara, dicevamo, sono soltanto in tre, e tra di loro si divideranno le venti canzoni da presentare: Nilla Pizzi, Achille Togliani e il Duo Fasano. Vengono presentate 10 canzoni per sera, per i primi due giorni. Al termine di ogni serata il pubblico presente vota -tramite delle apposite schede, consegnate alle hostess che passano a raccoglierle tra i tavoli- e decide quali sono le cinque canzoni che hanno accesso alla finale e quali vengono eliminate. Durante la terza sera ha luogo la finale, durante la quale il pubblico vota per decidere la canzone vincitrice: “Vince la prima edizione del Festival di Sanremo…

Grazie dei Fiori, della grande Nilla Pizzi. Seconda classificata è La luna si veste d’argento, cantata da Nilla e Achille Togliani, mentre al terzo posto si classifica Serenata a nessuno, dello stesso Togliani. Al momento della premiazione, nessuno ha pensato ad un omaggio floreale per la vincitrice, e così vengono rimediati in fretta e furia alcuni garofani semiappassiti. Le canzoni venderanno in tutto circa 80.000 copie, di cui 36.000 solo della Pizzi: la casa discografica, che all’inizio aveva sottovalutato l’evento, stamperà le prime copie soltanto due settimane dopo la fine del Festival, proseguendo nei mesi successivi con varie ristampe. Di seguito, il video della canzone vincitrice del 1° Festival di Sanremo, l’omaggio di Carmen Consoli e l’ingresso sul palco dell’Ariston della Pizzi durante il Festival del 2010.

About Matteo

Nato e residente in provincia di Lecce, è il più giovane tra i Redattori de LaNostraTv.it. Frequenta il Liceo Linguistico e adora il calcio (ma solo quello in Tv), la lettura (in particolare la saga di 'Harry Potter' e la magica penna di J.K. Rowling), il mondo dell'Interior Design, la Filosofia, la musica e naturalmente la televisione . La passione per la scrittura e per il giornalismo ha sempre accompagnato il suo percorso scolastico e non. Per il futuro ha molti sogni e parecchie ambizioni, ma anche tanta confusione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *