Stasera in tv c’è Presadiretta: mafia al nord

By on gennaio 15, 2012
Roberto Iacona

text-align: justify”>Roberto IaconaPer anni siamo stati abituati a sentire, leggere e quindi pensare che la mafia è un fenomeno tipico del meridione d’Italia, mentre al nord sarebbe marginale se non assente. Sappiamo, ormai, che non è affatto così. La criminalità organizzata, negli ultimi decenni, ha spostato sempre più i capitali e il raggio d’azione nel settentrione. E’ molto presente sul territorio. Riesce a influire sull’esito degli appalti e delle campagne elettorali. Anche se qualche politico si offende, la realtà dei fatti è questa e diverse inchieste della magistratura, che hanno portato all’arresto di centinaia di criminali, lo provano. Anche la tv – una piccola parte, almeno – sembra finalmente essersi accorta del fenomeno. Gli Intoccabili, su la7, ha dedicato all’argomento magia al Nord la sua puntata d’esordio, confermando la bravura e il coraggio di Gianluigi Nuzzi. Ma Riccardo Iacona (nella foto) non è certo da meno. E dopo il documentario sulla (mancata) rivoluzione del Nord Africa, ci parla proprio dell’avanzata della ‘ndrangheta in due regioni settentrionali: la Liguria e il Piemonte.

La puntata di Presadiretta di stasera (ore 21,30 su Rai Tre) si intitola: Mafia al nord. Ad Alessandria è stato arrestato il presidente della commissione territorio del comune. Era un “picciotto” della malavita calabrese.  A Leinì, in provincia di Torino, due sindaci (il padre e il figlio) chiedevano voti alla ‘ndrangheta. In cambio concedevano il permesso di costruire. Ma ci sono anche Torino, Rivoli e altre città: gli interessi della criminalità organizzata partita dal sud si stanno espandendo.

In Liguria c’è un certo Gino Mamone. L’uomo aveva già attirato l’attenzione della prefettura, ma è ugualmente riuscito a conquistare il monopolio delle bonifiche ambientali e degli appalti per il movimento terra. Intanto la giunta del comune di Bordighera è stata sciolta per mafia.

Presadiretta darà voce a Rocco Varacalli. E’ il pentito che tramite le sue rivelazioni ha permesso l’arresto di 150 persone. Vaccarelli per la prima a volta in tv racconta la mappa degli affari, tirando in ballo le coperture fatte da uomini importanti. Il documentario è a cura di Domenico Iannacone e Danilo Procaccianti.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

3 Comments

  1. flavio

    gennaio 16, 2012 at 09:31

    Molti racconti dei pentiti sono dettati.
    Per sapere chi ha dettato il loro racconto occorre verificare con chi è stato in contatto.
    Solo così si comprende la ragione del suo racconto.
    Non sono stati accostati in maniera evidente fatti criminali come omicidi, sequestri e estorsioni, che fanno da contorno a questi personaggi.

  2. ientile maria rosaria

    gennaio 16, 2012 at 12:07

    Non ho parole x quello che ho visto ieri sera…Ormai il calabrese è obbligatoriamente ‘ndranghetista….Mio padre e mio marito sono stati arrestati l’8 giugno col Minotauro e questo Varacalli chi lo conosce?????Vi farei venire a casa mia a vedere come viviamo….Io è anni che vado a pulire cessi in giro x le case x cercare di pagarmi il mutuo di una casa che x metà è da finire da anni…..Sarà una copertura la mia????Forse avrò i soldi della ‘ndrangheta nascosti sotto la piastrella????I pentiti come questo firmano carta bianca…Le mie bimbe sotto shock?????Ma chi se ne frega!!Ovviamente penserete che parlo xchè toccata in pieno…Be’ può essere…Io so solo che mio padre é un uomo fantastico che non ha mai potuto vedere lo spaccio di droga,ritorsioni,armi,ecc. E’ un uomo che ha sempre lavorato onestamente x due lire senza case al mare o in montagna,senza auto di lusso o conti stratosferici in banca…Un uomo che si trova privato della sua libertà e da più di un mese ricoverato nel repartino delle Mulinette perchè malato e con solo più 50 kg a dosso(ne ha persi trenta!!!!)Per cosa???Ovviamente non c’è reato di alcun tipo,ma se conosci o hai un amico da una vita che potrebbe fare parte di questa famosa ‘ndrangheta di riflesso se ci hai giocato a carte lo sei anche tu…..Per non parlare di mio marito!!!!E’ stato arrestato(x fortuna è uno dei pochi rilasciato xchè forse qualcosa non reggeva!!!)per avere cucinato delle frittole….Si ma forse quella mangiata era una riunione!!!!Strano si dice che se non fai parte della ‘ndrangheta non vi si può partecipare eppure,risulta ci fossero persone di tutti i tipi a questa frittolata!!!!Ma io ho visto mio marito lavorare sempre onestamente x portare a casa la pagnotta e spesso neanche bastava.Lo dirò xchè è mio marito!!!!NO.Chiedete pure alle pietre che lo hanno incontrato x strada e vi diranno che persone sono mio padre e mio marito…Avrei tantissime cose da dire ma so’ che non servirebbe a nulla….Aspetto che la giustizia faccia il suo corso con la speranza che non venga fatta di tutta l’erba un fascio….Dovrei firmare come figlia e moglie di due ‘ndranghetisti???No.

  3. Altoneri Annunciata Ester

    marzo 13, 2012 at 13:13

    Purtroppo e per troppo tempo abbiamo pensato che la mafia non fosse affare nostro e parlo da Lombarda .Io con la mia famiglia ci troviamo da 10 anni a combatterla e non si tratta di Calabresi Siciliani Campani Pugliesi ma di lombardi!!!
    Ora vi spiego quando personaggi di un certo tipo mettono gli occhi sul un immobile e tu inconsciamente lo acquisti ti trovi a dover combattere ogni tipo di angheria di cattiveria e poiche’ l’ignoranza e’ ancora molta in certi luoghi ,e non parlo del sud, ti isolano inventandosi qualsiasi cosa .
    Io 12 anni fa ‘ ho acquistato un immobile con un attivita’ per i primi due anni siamo stati studiati attentamente dopo sono iniziati i sopprusi l’attivita’ bancaria e’ fondamentale perche’ chi “dirige “la zona a titolo in quesi istituti poi i comuni ,alcuni, aiutano il malaffare in combutta con i vari enti che in casi come il mio si eprimono alla grande (chiusura del gas ,riaperto dopo 30 minuti —lettere con intimidazioni ,verremo con l’escavatore a toglirti il contatore — chiami per togliere dei cavi dal tuo immobile e viene chiamato il tuo vicino,lo stesso che e’ interessato al tuo immobile ,) e quanto altro ancora!!! .Io sono Lombarda ed e’ un vero schifo finiamola di parlare di mafia collegandola al sud , al nord da ignoranti facciamo finta di non vederla . Chiamate me vi porto la documentazione perche’ a chi va parlare di mafia qui’ dicono che soffre di mania di persecuzione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *