Tg1: è scontro sull’ipotesi di rinnovo per Alberto Maccari

By on gennaio 28, 2012

text-align: center”>Scontro in cda per la nomina di Alberto Maccari

Acque agitate a Viale Mazzini: lo scontro politico arriva in Consiglio d’amministrazione Rai, dove oggi il direttore generale Lorenza Lei dovra’ presentare la sua proposta per il futuro del Tg1. Dopo la rimozione di Augusto Minzolini, rinviato a giudizio con l’accusa di peculato (pare abbia speso 68 mila euro in 14 mesi in benefits e viaggi con la carta di credito Rai), la guida della testata è stata affidata ad Alberto Maccari, già direttore del TG Regione. L’incarico in questione era stato definito temporaneo (l’interim scade il 31 gennaio, ndr), ma stando alle ultime indiscrezioni, pare rafforzarsi l’ipotesi di un rinnovo del contratto per l’attuale direttore.

In realtà la questione è al centro di uno scontro politico molto acceso: gli esponenti del Pd e dell’Italia dei Valori, primo fra tutti il presidente di Articolo21 Beppe Giulietti, hanno denunciato un accordo tra Pdl e Lega per confermare Alberto Maccari alla direzione del Tg1, prorogandone il pensionamento di almeno sei mesi, e affidare il Tgr, di cui Maccari è ancora direttore, all’attuale condirettore Alessandro Casarin, in quota Lega Nord. L’accordo prevede, secondo i consiglieri del centro-sinistra, anche un pacchetto di altre nomine da spartirsi: “Mi stupirei se in tempi di tanta sobrieta’ si moltiplicassero le nomine. Noi non partecipiamo e se questo succedera’ diremo con voce alta la nostra“, ha dichiarato il segretario del Pd Pier Luigi Bersani, che sul tema ha incassato anche l’appoggio di Idv e Fli.

alberto-maccari

Se l’ipotesi Maccari-Casarin sarà presentata dal dg Lorenza Lei in Consiglio, stando alle posizioni attuali, il direttore della principale testata giornalistica della Rai sarebbe nominato con il parere contrario del Presidente della Rai Paolo Garimberti, che si è espresso contro una proroga del pensionamento per Maccari, e con il voto determinante di Antonio Verro, consigliere in quota Pdl che, essendo stato proclamato deputato la settimana scorsa, non potrebbe più sedere in cda. Dal momento in cui la Giunta per le elezioni di Montecitorio gli comunichera’ l’incompatibilita’ dei due incarichi, Verro avrà un mese di tempo per decidere quale dei due ricoprire. Insomma, quello su Maccari rischia di essere un voto viziato in partenza da quella che Beppe Giulietti ha definito “un’occupazione militare assoluta“, che ha come unico obiettivo, come sempre, la spartizione delle poltrone.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *