TgCom come Maccio Capatonda. Il sondaggio: “Naufragio Costa. Secondo te di chi è la colpa?”

By on gennaio 17, 2012

text-align: center”>Foto naufragio Costa Concordia all'Isola del Giglio

Quando l’abbiamo letto non ci sembrava vero. Sul sito del TgCom è comparso un’agghiacciante sondaggio: “Naufragio Costa. Secondo te di chi è la colpa? La compagnia, il comandante o altro?”. Ed è proprio il caso di dire che la realtà supera la fantasia, o meglio, la imita, perchè a noi questo sondaggio sembra uguale a quei sondaggi di Unreal Tg di Maccio Capatonda che vanno in onda all’interno di Ma anche no, il contenitore domenicale condotto da Antonello Piroso su La7. Maccio è bravo a confezionare servizi sui casi di cronaca più assurdi, sottolineando le modalità demenziali con cui molti giornalisti televisivi preparano un servizio: dalle interviste ai passanti a quelle ai parenti della vittima con domande del tipo “Come si sente?”, fino all’uso di parole cruente o inquadrature raccapriccianti solo per fare scalpore e ascolti. Inoltre alla fine di ogni servizio dell’Unreal Tg c’è sempre un sondaggio che ha del grottesco, riprendendo così quella mania di molte trasmissioni di ridurre a semplice domanda e risposta un fatto di cronaca. Ma il sondaggio del TgCom sulla tragedia della Costa Concordia è solo l’ultimo pessimo esempio di giornalismo di questi giorni. I telegiornali e i programmi sia Rai che Mediaset stanno inanellando una serie di errori che durante giorni come questi di notizie concitate non dovrebbero essere permessi.

Il Tg 2, ad esempio, durante un servizio sul naufragio Costa ha mandato in onda immagini di un’altra nave da crocera in una situazione simile, con tavolini e sedie che sbattono dappertutto e persone che cadono. Forse il giornalista di turno che ha pescato a caso il video su youtube farebbe meglio ogni tanto a controllare la veridicità delle immagini. E poi per alcuni personaggi pseudo famosi, che si sono trovati sfortunatamente sulla Costa Concordia, il naufragio è stata l’occasione per ricomparire in tv. Oltre all’addetto stampa di Guendalina Tavassi(ex GF), ospite a Pomeriggio 5, chi ha  letteralmente fatto un tour de force televisivo per raccontare la sua esperienza è stata Francesca Rettondini: prima L’Arena di Giletti, poi lo speciale Tg5, poi Pomeriggio Cinque e infine ieri sera nel salotto di Bruno Vespa a Porta a Porta, dove non c’era nessun plastico della Costa Concordia. Dobbiamo aspettarcelo nelle prossime puntate?

About Martina Fantauzzo

Nata a Milano nel 1981, si è laureata in Scienze della Comunicazione presso lo IULM e ha intrapreso la laurea specialistica in Radiofonia a Siena. Appassionata di televisione e radio, lavora da anni come autrice in un'emittente nazionale e per tre anni si è occupata di un programma che parlava di tv. Non le è sembrato vero passare tutta la giornata a scandagliare il palinsesto televisivo ed essere anche pagata. Si è avverato un sogno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *