Tragedia Costa Concordia, la grave svista del Tg2

By on gennaio 17, 2012

text-align: center;”>Costa Concordia dispersi Isola del Giglio

Quando accade una tragedia come quella dell’ammutinamento della Costa Concordia avvenuto la sera dello scorso 13 gennaio al largo delle coste dell’Isola del Giglio, immediatamente Tg e giornali si mobilitano per avere maggiori notizie “in esclusiva” con testimonianze, video e foto di ogni tipo. Si sa, il fatto tragico fa audience e lo sanno bene i telegiornali che si pongono in prima linea per assicurarsi il servizio migliore e più sensazionale. E in questo clima di caccia alla notizia e all’immagine esclusiva certamente il Tg 2 l’ha fatta grossa, trasmettendo un video “in esclusiva” che però non aveva niente a che fare con l’immane tragedia della nave da crociera che stando alle ultime informazioni conta ben 7 morti e 29 dispersi . Il “documento esclusivo” del Tg2 infatti, trasmesso il 15 gennaio alle 13,  ritraeva un momento ipotetico all’interno della nave da crociera fatto passare proprio come un video esclusivo realizzato all’interno della nave nel momento dell’impatto. Nel video (che vi mostriamo dopo il salto) si vedono infatti i tavolini e i passeggeri della nave che vengono  trascinati da un lato all’altro della nave, letteralmente in balia del mare, che come è stato detto durante il servizio riguardava proprio lo scontro della nave con lo scoglio. Lo stesso video è stato poi diffuso anche dal Tg3, Canale 5 e TgCom che ugualmente hanno parlato di “video esclusivo” girato all’interno della nave nel momento dell’ammutinamento.

 

Peccato però che il video trasmesso e presentato come “Le drammatiche immagini del momento dell’impatto riprese da una telecamera di sorveglianza all’interno della nave” non aveva proprio nulla a che vedere con la tragedia accorsa alla nave da crociera Costa Concordia infatti il video in oggetto è stato girato dalle telecamere di sorveglianza della Pacific Sun Cruise, una nave australiana che nel 2008 è stata colpita da una mareggiata. Una svista colossale quella dei maggiori tg italiani che hanno cercato di darla in barba al telespettatore facendo credere che si trattasse proprio della nave dell’Isola del Giglio e di quanto accorso ai passeggeri al momento dell’impatto. Non ci voleva molto però a capire che l’arredamento delle due navi fosse del tutto diverso e che il video presentato era piuttosto datato. Insomma, una svista colossale quella del Tg2 su cui stendiamo, inesorabilmente, un velo pietoso.

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

One Comment

  1. Celeste Covino

    gennaio 17, 2012 at 16:28

    La cosa più vergognosa non è tanto quanto l’errore umano ma il fatto che l’equipaggio non fosse preparato allo stato d’emergenza.
    Le navi da crociera hanno un personale formato per la maggior parte da filippini o altre nazionalità che a stento parlano l’italiano nè godono di buona preparazione tecnica nè di approccio con il cliente.
    Due anni fa sono stata sulla MSC Crociere, la Fantasy, ed ho riscontrato un pessimo servizio e scadente organizzazione; credevo di aver sprecato i soldi spesi, ora mi rendo conto di essere stata fortunata! Sarebbe accaduta la stessa cosa anche là.
    Prima di lasciare la nave ho compilato il modulo atto a verificare le opinioni e le critiche dei passeggeri. Invece di provvedere a contattarmi, nonostante le segnalazioni gravi, mi hanno inviato una tessera con uno sconto per un ulteriore eventuale viaggio!
    Personalmente sconsiglio a tutti di effettuare le proprie vacanze in tal senso; con il costo di una settimana in crociera, potete trascorrere 15 giorni in un albergo di lusso ed essere serviti adeguatamente!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *