Tutto quello che non vi ho detto: intervista esclusiva a Simona Samarelli, stasera su Rai 2 al fianco di Brignano

By on gennaio 9, 2012
Enrico Brignano conduttore Rai

Torna il teatro in Tv. Eh si, in tempi di reality ormai arrivati al capolinea (vedi il Grande fratello, ndr) e talent riproposti a mò di minestra riscaldata, un pò di teatro è veramente un miraggio. Qualche tempo fa ci aveva pensato Massimo Ranieri riportando sul piccolo schermo le grandi commedie di Eduardo De Filippo, riscuotendo un buon successo di pubblico, soprattutto con Napoli Milionaria su Rai 1. Stavolta però tocca alla seconda rete di Stato: infatti stasera su Rai 2 andrà in onda Tutto quello che non vi ho detto, spettacolo comico con Enrico Brignano e Simona Samarelli (insieme nella foto, ndr). Per l’occasione abbiamo incontrato proprio la Samarelli, che gentilmente ha accettato di rispondere alle nostre domande. Simona ha iniziato la sua carriera come ballerina televisiva, ha recitato in alcune fiction, era la tata straniera nella sit com Il mammo con Enzo Iacchetti. E’ poi protagonista di alcuni dei più famosi musical: Grease, The Producers, Flash dance e ora è in teatro con Stanno suonando la nostra canzone con Giampiero Ingrassia.

tutto-quello-che-non-vi-ho-detto-spettacolo-comico

Simona di cosa parla Tutto quello che non vi ho detto e che ruolo hai?

E’ un estratto dello spettacolo teatrale. Sono le esperienze di vita di Enrico raccontate attraverso dialoghi comici, io in tutto questo sono la sua coscienza, la sua voce interiore che lo interroga e lo mette sempre indiscussione.

Dopo tre anni al fianco di Brignano cosa hai imparato in più rispetto alla tua già lunga esperienza teatrale e televisiva?

Beh, mi porto a casa la sua professionalità, il suo modo di lavorare, caratteristica ahimè rara nel nostro ambiente. Enrico è un gran lavoratore e tutto ciò che ha fatto l’ha ottenuto grazie a molti sacrifici e a tanto impegno.

Tu eri Pasquale per Bonolis a Tira e Molla nel 1996, ti aspettavi di fare tanta strada?

Sinceramente no, certo lo speravo perchè ho iniziato la mia carriera come ballerina, ma sempre con l’obbiettivo di crescere e andare al di là della danza.

Simona guardi la Tv?

Si soprattutto i films, se ci sono dei varietà fatti bene anche e i programmi d’informazione.

Cosa salvi e cosa no in Tv?

Non salvo le troppe chiacchiere, la non professionalità e tutti quelli che in Tv si improvvisano qualcosa che non sono. Invece salvo chi riesce a salvaguardare la propria privacy, soprattutto in una Tv dove spopolano ancora i reality, dove si mette tutto in piazza, cosa che non sopporto.

Cosa vorresti condurre in Tv?

Oddio, sicuramente un programma con Fiorello, persona che ammiro e conosco.

Simona hai un modello artistico a cui fai riferimento?

Non ho un riferimento unico, ma ho cercato nel tempo di imparare dai personaggi che vedevo soprattutto quando ero ragazza, quelli della Tv di una volta, come Sandra Mondaini e Delia Scala. Poi ci sono donne come Loretta Goggi che stimo e ammiro da sempre.

Sei in scena in tutta Italia con Stanno suonando la nostra canzone, qual’è la nostra situazione teatrale?

La situazione è critica, vista la crisi economica del nostro, quindi le famiglie hanno meno soldi e si va meno a teatro. Non è una novità, comunque mi ritengo fortunata di girare l’Italia con uno spettacolo proprio in questo periodo storico.

Ringraziamo Simona Samarelli per la sua disponibilità e le facciamo i nostri migliori in bocca al lupo per tutto!

About Nicola Zamperetti

Nato a Valdagno (VI) nel 1978, da un decennio lavora nel mondo dello spettacolo come performer teatrale e attore. Ha partecipato a molti programmi come "Sarabanda" "Domenica In" "Carramba che fortuna"... Scopre l'amore per il teatro, soprattutto per i Musical (Grease,Il Ritratto di Dorian Gray e A Chorus line) e per le Fiction (La Ladra, Il Peccato e la Vergogna e Donna detective). E' cresciuto guardando la tv e si definisce figlio del tubo catodico. Promette di essere ironico, tagliente e cinico nei suoi Articoli.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *