Vasco Rossi contro Ligabue, solo una bufala inventata da Chiambretti

By on gennaio 17, 2012
Una foto di Vasco Rossi con Ligabue

Mettere zizzania tra i grandi nomi dello showbiz. Spesso questa consuetudine permette il proliferare di commenti, polemiche e tanto clamore soprattutto se si tratta di artisti del calibro di Vasco Rossi e Ligabue, i due cantautori numero 1 in Italia per anima rock ma sostanzialmente diversi nel panorama musicale variegato italiano. E dopo il diffondersi di notizie che davano ormai scontro diretto tra i due paladini del rock di casa nostra, arriva tramite Facebook la smentita, piuttosto contrariata e arrabbiata di Vasco Rossi che attraverso un lungo commento sul social network confessa che tra lui e il Liga non c’è alcun rancore perché la baruffa tra i due in verità non c’è mai stata ma è scaturita dall’invenzione di un conduttore televisivo italiano. Roba da non credere, a primo acchito questa esternazione del Blasco, che senza peli sulla lingua racconta di questo accadimento con tanta verve.

Quando mi sono svegliato l’altro giorno, ormai sono più i giorni che dormo e perdo il conto ho letto che Chiambretti si era inventato la sfida del secolo!. Dopo la polenta e i tortellini ecco Vasco /versus/ Ligabue – esordisce il rocker il cui album “Vivere o Niente” risulta il più venduto del 2011Ma cosa abbiamo fatto di male noi due poveri cristi per vederci ridotti ogni volta a questi confronti inutili ma soprattutto stupidi. Bene allora Chiambretti si è divertito anche questa volta un po alle mie spalle e ha inventato la serata…televisiva. Del resto mi ha invitato un sacco di volte io non ci sono mai andato. Ma giuro solo per pigrizia. Amo il suo programa e sono suo fans Chissà questa volta il genio dell’ironia e del sarcasmo che cosa si è inventato per rendere spettacolare la gara. Due galli in un pollaio? Due puledri di razza due rocker sanguigni e potenti pronti al filo di lana. Non ci sarà corsa ovviamente e neppure la possibilità di una vittoria da parte di uno o dell’altro. Solo smancerie sciocchezze cattiverie stupidaggini semplicionerie magari insulti tra le tifoserie”.

Ma il Blasco ha deciso di dire la sua in questa occasione, senza più incassare nel silenzio con un sorriso e di certo il suo commento risulta piuttosto tumultuoso e intima chi di dovere a non tirarlo più in causa in questi pseudo-conflitti. “Personalmente mi sento derubato di tutti i sacrifici che ho fatto. tutti gli sforzi l’impegno che ho messo per conquistare a caro prezzo tutto quello che oggi ho raggiunto e non mi è stato regalato. Non accetto una risata e via e un pirla versus un altro. Io amo l’ironia e la gioia ma questo è un argomento serio. Un confronto tra due artisti  è una cosa superficiale stupida ipocrita e perfino una grave mancanza di rispetto. Un conto è scherzare e fare battute. Io non posso accettare confronti sulla mia arte. Non è come giocare a Burraco. O fare telequiz E neppure come essere a scuola e scrivere temi. Non c’è premio per chi scrive la canzone migliore perché ce ne può essere sempre un’altra migliore e un’altra migliore e un’altra migliore. E nonostante tutto essere sempre “migliore”! Perché il “migliore” è nelle orecchie e nell’anima di chi ascolta”.

E con l’occasione tende la mano al collega Ligabue: “Lui è un bravo artista…uno dei migliori della sua generazione. Io faccio parte di un’altra….Abbiamo poco in comune se non il linguaggio del rock e l’amore per le “chitarre”…Anche a lui disturba essere sempre paragonato a me. In fondo io ho molta più esperienza alle spalle di lui è un dato di fatto e non è certo una sua colpa o mancanza di talento. E poi siamo completamente differenti …io della generazione di sconvolti lui di quella dei disperati…io col mio rock disperato e lui con il suo rock confortante. Siamo vicini di casa ma molto distanti nel tempo. diversi di carattere e di modi di fare. Non ci vogliamo affatto male. Lui fa la sua musica io la mia….Per quel che ci conosciamo devo dire che ci siamo sempre trovati d’accordo su tutto. Compreso quello di fare musica diversa e non suonare mai insieme dal vivo?!!. ci siamo sempre rispettati. E nei momenti importanti lui c’è sempre stato e Io non dimentico”. Insomma nessun alterco tra Vasco Rossi e Ligabue ma soltanto diversità e intenti diversi, che vanno al di là di una sfida che esiste evidentemente soltanto nel giudizio di chi guarda.

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *