Alessia Fabiani coinvolta in una rissa: c’è di mezzo anche la droga?

By on febbraio 17, 2012

Foto Alessia FabianiL’ex Letterina Alessia Fabiani è finita in una brutta vicenda. Un rissa, fisica e verbale, in cui ci sarebbe di mezzo anche della droga. La vicenda è stata accuratamente ricostruita da Libero: la Fabiani, qualche sera fa, si trovava con il promesso sposo Fabrizio Cherubini in una sala giochi di Legnano. Secondo la sua versione, il proprietario del locale Antonio Patti non le avrebbe saldato il cachet pattuito per la serata, equivalente a 1.500 euro.

Questo sarebbe stato il motivo del duro alterco sfociato poi in scontro fisico. Ma Patti smentisce:  “La vera vittima di questa vicenda sono io. Ho il setto nasale rotto, sono ferito alla mandibola e al labbro. Senza che me l’aspettassi, Cherubini, il fidanzato della signorina Fabiani, mi ha preso a pugni, 3 o 4, davanti al ristorante Basiliko”.  In più, lascia intendere che Alessia gli abbia chiesto cocaina. Il legale della fanciulla nega con decisione, spiegando che i due fidanzatini “sono rimasti coinvolti in un assolutamente sgradevole episodio originato da una mera inadempienza contrattuale del Patti;  alla vicenda è perfettamente estranea e fantasiosa ogni questione di droga mentre assume rilievo la condotta del Patti e di terze persone”.

Interviene anche la stessa Alessia: “Non faccio uso di stupefacenti e nessuno ha mai chiesto della droga. Il signor Patti dice menzogne. Intorno al 5 febbraio mi hanno contattato per una serata: cachet 1.500 euro, con 500 euro d’anticipo versati sul mio conto personale. Mi reco a San Pietro di Legnago, dove il signor Patti mi nega il pagamento. Il mio fidanzato tenta di difendermi ma il Patti mi ha fatto cadere in terra e ci ha intimato: ‘Romani di merda voi non andate da nessuna parte’. I suoi amici ci tenevano lontani con coltelli. Comunque, ribadisco che non faccio uso di droga e nessuno ne ha mai chiesta“.

Ed ecco tornare in scena Patti: “La signorina Fabiani doveva presentarsi al locale alle 19, invece è arrivata in stazione a Verona alle 20. La mia compagna è andata a prendere lei e il fidanzato e li ha accompagnati in hotel. La Fabiani è scesa soltanto alle 22 e per bocca della sua amica Carmen Morello ha chiesto di poter mangiare. Era in stato totalmente alterato, fuori di sé. Ci ha raggiunto a un vicino ristorante, dove ha richiesto l’anticipo del resto della paga pattuita, 1.500 euro. Io le ho ribattuto che ero io ad averci rimesso per il mancato spettacolo, 20mila euro in pubblicità e organizzazioni, e che non avevo intenzione di darle un euro in più di quelli che già avevo versato”. Da qui, ecco il patatrack.

Chi sta mentendo? Chi dice la verità? Per dovere di cronaca, ricordiamo che nell’estate del 2010 la Fabiani è stata coinvolta nello scandalo relativo allo spaccio di cocaina in alcune discoteche milanesi e davanti ai magistrati ha dichiarato: “Ho assunto cocaina al Frank con Pietro Tavallini, al The Club con Walter Agostoni ma mai all’Hollywood”.

About Nad

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *