All’Arena si parla del cachet sanremese di Celentano: cosa ne faranno i sette sindaci?

By on febbraio 5, 2012

text-align: center”>Massimo Giletti Arena

Come ogni fine settimanao, gli studi Rai si riempiono grazie all’Arena di Massimo Giletti da cui emergono accese discussioni e fomentati modi di vedere la cronaca nazionale. Argomento caldo della settimana, proprio perchè siamo alla vigilia del Festival di Sanremo, nella puntata di quest’oggi si è parlato dei soldi che Adriano Celentano devolverà in beneficenza ai sindaci di alcune città italiane e all’associazione internazionale Emergency. In studio, oltre al fido conduttore, sono intervenuti alcuni dei sindaci coinvolti (come il sindaco di Bari Michele Emiliano e il sindaco di Verona Flavio Tosi), la senatrice pugliese Adriana Polibortone (nemesi del Sindaco Emiliano), Gigliola Cinquetti, Selvaggia Lucarelli, Gianni Ippoliti e non solo.

Introdotto l’argomento della puntata con il classico RVM, la discussione si è fatta subito accesa sulla questione riguardate la metodologia con il quale i sindaci interpellati dal Molleggiato sceglieranno le famiglie disagiate. In collegamento con la città pugliese il sindaco barese ha avuto modo di spiegare che la decisione non sarà presa unicamente da lui ma i nomi della famiglie bisognose verranno decretati in compartecipazione con i vari assistenti sociali e gli assessorati di competenza presenti sul territorio. Stessa proceduta che avverrà in Veneto, spiega il sindaco Tosi. Parlando di sindaci, altri due importanti volti della politica regionale sono intervenuti tramite filmato: stiamo parlando del sindaco di Milano Giuliano Pisapia e il sindaco di Roma Giovanni Alemanno. Ma se nel primo caso la risposta non è stata del tutto soddisfacente, il sindaco laziale ha dichiarato che non ci sarà una è propria graduatoria ma verrano presi in considerazione dei casi di evidentissimo stato di disagio accennando ad una famiglia senza lavoro, con otto figli a carico di cui uno diversamente abile oppure  di una coppia di giovani coniugi che hanno perso per due volte il loro bambino ma adesso che sono finalmente riusciti ad averne uno, la donna della famiglia è gravemente malata.

adriano-celentano-sanremo

Altre notizie fondamentali vengono rese pubbliche in trasmissione: sembrerebbe infatti che solo i sindaci delle città più grandi, quindi Roma e Milano potranno devolvere la somma di denaro a quattro famiglie diverse; le restanti città (Napoli, Verona, Firenze, Bari e Cagliari) potranno aiutare soltanto tre famiglie. A stemperare un po’ la tensione, ci ha pensato Gianni Ippoliti che nelle scorse giornate ha intervistato i passanti della Galleria Umberto Primo a Napoli fingendosi un impiegato del palazzo di città sceso in piazza per raccogliere i nomi delle famiglie papabili ad poter usuffruire dell’aiuto economico celentanesco.

Non sono mancate le frecciatine da salotto televisivo. Adriana Polibortone ha spesso sottilineato come Adriano Celentano avrebbe potuto partecipare alla kermesse canora  senza richiedere enormi compensi ma soprattutto senza spettacolarizzare la questione, come ha già evidenziato Vittorio Sgarbi alcuni giorni fa. Anche Selvaggia Lucarelli ha parlato di spettacolarizzazione, focalizzando l’attenzione sulle famiglie che molto probabilmente verranno prese d’asslto dai giornali proprio per aver ricevuto una sorta di premio alla povertà. Conclude il suo interveto dicendo: ” Non vorrei che, alla fine, per dare questi soldi si dovesse aprire un televoto! . Zelante la risposta di Giletti: Su altre reti potrebbero inventarsi anche questo…”

About Gigi

Gigi, classe 1989, pugliese doc. Figlio della generazione 2.0 e appassionato di Social Media, coltiva moltissimi hobby: il video editing, la recitazione, bloggare online, cimentarsi nella fotografia e nel web-design.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *