Amici 11, la sorte di Gerardo Pulli

By on febbraio 7, 2012
Gerardo Amici 11

text-align: center;”>Gerardo Amici 11

Il pomeridiano del 7 gennaio di Amici di Maria de Filippi si è aperto con Gerardo che, visibilmente spaventato, attendeva il responso dei professori riguardo alla sua punizione. Nonostante gli insegnanti abbiano respinto la richiesta di espulsione mossa da Grazia, verso la quale si è mostrata favorevole, come era lecito aspettarsi Alessandra Celentano, la Di Michele, non soddisfatta aveva già preparato un piano B; una nuova decisione è stata quindi presa quella di mettere Gerardo in sfida. Il cantautore aveva vinto una sfida poche settimane fa ma questa volta lo sfidante sarà scelto da Grazia e, considerando l’affetto che questa prova per il giovane torinese, nessuno si stupirebbe se comparisse Tiziano Ferro in maglia rossa come sfidante. La punizione Gerardo l’ha ovviamente meritata ma l’accanimento di Grazia è sempre più accentuato tanto da aizzare una lite furibonda tra Mara Maionchi e Carlo. Difficile stabilire chi abbia ragione o anche solo chi e quando stesse parlando, né l’insegnante né l’allievo hanno sfoggiato il massimo della loro educazione.

carlo-amici-1

Mara è stata la vera protagonista della puntata poiché ha deciso anche di “far trasferire” Claudia, cantante da lei scelta, nella squadra verde in cambio del nuovo arrivato Stefano Marletta. La giovane non ha nascosto il suo disappunto ma è stata bruscamente interrotta da Mara quando ha insinuato di avere più talento della sua compagna di squadra Francesca Mariani. “Solo perché sei più avanti negli studi non significa affatto che tu sia migliore di lei” queste sono state le dure parole della Maionchi che ora spera in una collaborazione Pulli-Marletta e che con le odierne dichiarazioni, riapre la strada al serale per la meritevole Mariani che ultimamente sembrava aver poco apprezzato.

About Eleonora Sospetti

Nata nel 1994 ad Ascoli Piceno, studia Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Bologna.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *