Arisa, la televisione grida al “miracolo”. Victoria Cabello: “Per me sei tu la vincitrice di Sanremo”

By on febbraio 26, 2012

text-align: center”>Arisa da Victoria Cabello

Io non volevo arrivare prima. Quando me lo hanno detto ero avvinghiata a Veronica che è Noemi, Emma l’abbiamo abbracciata ma io e Noemi ci conosciamo dal 2007. Poi ce lo hanno comunicato da dietro le quinte e ci hanno detto che Emma è la prima“. Da queste parole di Arisa, ospite dell’attuale puntata di Quelli che il calcio, si desume palesemente come le tre concorrenti finaliste della kermesse canora sapevano della loro posizione finale, un fenomeno di cui la stragrande maggioranza dei telespettatori aveva sospettato quando due anni fa annunciò la vittoria a un poco stupito Valerio Scanu con Per tutte le volte che.

Victoria Cabello, insolitamente emozionata per quest’occasione, ha potuto così riabbracciare l’amica Rosalba Pippa, con la quale ha condiviso la divertente avventura di Victor Victoria – a completare l’interessante trio al femminile c’era anche Melissa Panarello, dicendole: “Per me sei tu la vincitrice di Sanremo“, complimentandosi per il successo dell’artista lucana che ad una settimana dalla conclusione della rassegna musicale ha superato Emma Marrone nella classifica degli album più venduti su Itunes – si intitola Amami e ve lo consigliamo caldamente per le eccellenti canzoni di cui si compone – e soprattutto la sua struggente La notte è la più gettonata nelle radio.

La conterranea di Rocco Papaleo ha avuto modo di dire la sua anche sulla recente polemica innescata da Elisa – ma i cognomi non si usano più? – circa il fatto che ormai da un decennio il Festival di Sanremo non rappresenti più la musica italiana: “Vicky, tu mi fai sempre domande intelligenti. Sono d’accordo soprattutto per i giovani, ma ci sono alcune eccezioni. A me sono piaciuti molto Max Gazzè con Il solito sesso e ogni volta che ci va Paola Turci mi emoziona“. La televisione ha scoperto una nuova Arisa? Lei risponde: “Prima mi apprezzavano soprattutto per la mia simpatia”.

arisa-e-feliciano

L’impressione però è che il tubo catodico abbia cambiato la fruizione di Arisa: quando la cantante proponeva singoli dal ritmo spensierato e si presentava con quel look stralunato pareva che i conduttori di turno si trovassero di fronte ad un fenomeno da baraccone, adesso che sforna singoli di un certo spessore viene invitata addirittura in un salotto radical-chic come Le invasioni barbariche. Il pericolo è che il mass media valuti unicamente in base all’apparenza. La scoperta dell’acqua calda? Sì, ma è sempre alquanto anacronistico.

About Marcello Filograsso

Studia Giornalismo all'Università degli Studi di Bari e ha esperienza come blogger e addetto stampa di un giovane politico della sua città. Il suo primo amore è la televisione, soprattutto per le serie tv americane come le sitcom "Will & Grace", "Modern Family" e "Tutto in famiglia". Ha la passione per il canto - che sfoga solo al karaoke - e segue con molto interesse i talent show come "X Factor", da quest'anno su Sky. Ama leggere quotidiani, settimanali e libri che parlano di televisione. Il suo modello di critico televisivo è Aldo Grasso. Il suo ambizioso sogno è condurre il Festival di Sanremo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *