Belen Rodriguez-Elisabetta Canalis fra mutande, belle e bestie

By on febbraio 16, 2012
Belen Rodriguez Sanremo

text-align: justify”>Belen Rodriguez senza mutandeUno dei motivi per cui questo Festival di Sanremo entrerà nella storia della televisione italiana non riguarda il talento dei concorrenti in gara, non riguarda Rocco Papaleo nelle inedite vesti di co-conduttore e non riguarda neanche la conduzione del sempreverde Gianni Morandi (ma come diamine fa a conservarsi così bene? Anche lui fa uso di camere iperbariche o è semplicemente merito del jogging?). No, riguarda gli slip di Belen Rodriguez. E’ da ieri sera, cioè da quando è apparsa sul palco con Elisabetta Canalis con quell’abito sgambatissimo, che gli italiani di ogni sesso, età e ceto sociale si chiedono: ma Belen, queste benedette mutande, le aveva oppure no? La domanda le è stata posta in diretta anche dalla Canalis, e lei ha giurato solennemente: “le ho, le ho. Sono attaccate al vestito”. Ma in che senso attaccati al vestito, scusa? C’era una specie di foderina grande quanto la carta stagnola dei Baci Perugina? Ha indossato una conchiglia, anzi una tellina? La questione si tinge di giallo. E la showgirl ha trovato nuovamente il modo per far parlare di sé, come sempre facendo leva sul suo carisma – chiamiamolo così – e sulle grandi doti artistiche (chiamiamole così). Resta il fatto che, grazie all’improvviso torcicollo della valletta Ivana Mrazova, anche quest’anno Eli e Belen sono apparse sul palco dell’Ariston. E hanno provato a far vedere che, rispetto alla volta scorsa, la loro disinvoltura è schizzata alla stelle.

foto-a

Hanno provato a mostrarsi a loro agio su quella scena, hanno persino cantato “La Bella e la Bestia” per la gioia (?) della buon’anima di Walt Disney e di tutti i discendenti, hanno fatto le spiritose. Credibili come Alemanno infreddolito con la pala in mano, nei giorni scorsi sotto la neve della Capitale. Ma la cosa più bella è quell’intesa che con cui hanno tentato di conquistare il pubblico. Risatine presumibilmente complici, abbracci, battutine. Quel gioco nel fingere (ma sicuro che fingevano?) di voler fregare il posto alla Mrazova (che però, appena atterrata al fianco di Morandi, ha rivendicato il maggior volume del suo décolleté). Elisabetta, gambe ossute ma nel complesso graziosa. Belen, con la sua ostinazione nel voler scatenare gli ormoni maschili (perché le cose stanno così, diciamolo). Quanto sono diventate amiche, è fantastico! Peccato, però, che sembravano pronte a uccidere pur di pronunciare una parolina in più. Che belle che erano, mentre si incartavano – è successo un paio di volte – nella divisone della frase: “l’orchestra è diretta da”… “canta…”. Che spettacolo. E adesso cosa succederà? Davvero molleranno l’osso o la povera Ivana se le vedrà accanto fino alla fine?

About Nad

3 Comments

  1. mark

    febbraio 16, 2012 at 15:28

    SCRIVI A BELEN
    vipaddress.blogspot.com

  2. OK MORANDO SERGIO Crocefieschi Genova Malpotremo Lesegno Italia Argentina San Morando

    febbraio 16, 2012 at 17:01

    MUTANDE a SANREMO.. in Eurovisione..parolacce e turpiloqui volgari, tattoo farfallina inguinale.. con scorci estremi.. “o quasi” del famoso monte di venere “sempre venerato” e guardato..cercando d’osservarlo dal vero..scorgerlo tra le mutande di Sanremo..i canti sottomessi a questo pessimo fare, il “ganzo” Rocco si impegna a svalorizzare ancora di più questo 62 Festival di Sanremo più TABARIN che Festival..Il Re degli ignoranti si sa è così da sempre, ma questo Festival in due sole serate con le tante PAROLACCE usate ha messo in polemiche continue l’Italia intera e non solo.. una schettinata che va aggiungersi all’affondo della nave Italia ! E tanti all’estero non sorridono ma se la ghignano contenti.
    Morando

  3. cucciolo

    ottobre 10, 2012 at 17:44

    ke schifo…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *