Belen Rodriguez:’Sono la donna delle provocazioni’

By on febbraio 21, 2012

belen a sanremo

Ne hanno parlato tutti dall’attimo dopo. Su twitter. Su Facebook. Al bar. Sul posto di lavoro. A scuola. In tv. Sui giornali ‘impegnati’ e sui rotocalchi. Non si tratta – non solo, almeno- di Celentano, ma della ormai celebre farfallina di Belen. La showgirl argentina, durante la seconda puntata del Festival di Sanremo, ha rubato la scena a tutti, dai cantanti, ai conduttori, alle colleghe vallette.

E’ riuscita a far passare inosservato il rientro in corsa della modella Ivana Mrazova, la gara, la conduzione sgangherata di Morandi. Ha scatenato feroci polemiche, rapito gli sguardi della platea maschile con uno spacco vertiginoso che le lasciava scoperto l’inguine sul tatuaggio di una farfallina. Lecito il dubbio sulla presenza della lingerie, a cui Belen allude in diretta con un ‘Ce le ho.Ce leho. Cucite sotto al vestito ma ce le ho.’ Dopo questa dichiarazione di cui forse l’Italia sentiva di poter fare a meno, in mezzo alla tempesta, il silenzio di Belen. Si scomoda perfino il ministro Elsa Fornero a commentare il ruolo della donna in tv, ma lei tace. Ma, finalmente, la fidanzata di Fabrizio Corona, in un’intervista rilasciata a La Repubblica, commenta l’accaduto.

“Sono la donna delle provocazioni – ha dichiarato l’argentina al quotidiano – mi piacciono i contrasti. La prima serata mi sono presentata come una principessa, con i capelli raccolti e il vestito nero; la seconda ho esagerato. Ho fatto, com’è che si dice… l’ammaliatrice. Ma gli slip c’erano. E si dimostra ben consapevole delle probabili reazioni quando confessa: “Sapevo che lo spacco era esagerato. Il vestito era di Fausto Puglisi, lo stilista di Madonna: lui gioca tutto sulla trasparenza, i tagli. Scendendo le scale mi sono resa conto che era hard, ma era tutto in regola. C’era uno slip cucito in modo speciale”. Risolto, dunque, anche il dubbio di chi le imputa una discesa ulteriormente ammiccante.

Ciononostante la Rodriguez, replicando alle affermazioni del Mnistro ritiene di non rappresentare un cattivo esempio, dal momento che tutta la storia sarebbe da catalogare come ‘spettacolo’: “Faccio parte del mondo della Tv e la Tv è show Non scrivo le leggi. Farebbe clamore se fosse una parlamentare a scendere le scale con quello spacco… Ai tempi d’oro c’erano De Sica, Mastroianni e Sophia Loren che si sfilava le calze e faceva sognare. La bellezza fa parlare, fa tutto parte del gioco“.

Quello che emerge dall’intervista è che Belen sfrutti consapevolmente la propria immagine per il successo e non ne sia in qualche modo ‘vittima’. Pertanto, questo riguarda la libertà personale di ognuno. Certo che forse qualcuno potrebbe obiettare che esistono dei limiti, ma chi decide dove vanno posti?

 

About Lucrezia Girardi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *