Costa Concordia, Bellavita su Striscia e il caso Canzona: “Fa parte del medesimo pacchetto di programmi”

By on febbraio 26, 2012

text-align: center;”>Tvtalk, di scena il caso Canzona

Durante la settimana nella quale il mondo dei mass media era ipnotizzato dal Festival di Sanremo, Striscia la notizia ha cominciato ad indagare su quello che è diventato negli ultimi giorni il caso metatelevisivo per eccellenza, ovvero la furbata dell’avvocato Canzona di spacciare una coppia di ragazzi come coniugi naufragati sulla Costa Concordia, capaci di farla in barba alle redazioni giornalistiche di molti contenitori televisivi e ottenendo ospitate all’interno di essi.

Due giorni fa Pomeriggio Cinque, una Barbara D’Urso comprensibilmente arrabbiata per l’accusa di sapere della messinscena alla stregua delle colleghe Federica Panicucci (Mattino 5, Domenica 5) e Lorella Cuccarini (Domenica in – Così è la vita), ha ricevuto un messaggio da parte dell’avvocato Giacinto Canzona, il quale le ha riferito che i processi non si fanno in televisione ma in tribunale. Gli daremmo ragione, ma purtroppo ha iniziato lui. Finita così la scorpacciata sanremese, anche Tvtalk ha finito per occuparsi di questo curioso fenomeno: se il conduttore Massimo Bernardini ha elogiato il tg satirico di Antonio Ricci per fare servizio pubblico, il professore di Linguaggi Televisivi, l’acuto Andrea Bellavita, ha invece sottolineato come questo caso “fa comunque parte, per il telespettatore, del medesimo pacchetto di programmi”, sostenendo che con questi scoop si possa generare lo stesso effetto causato da Mai dire Grande Fratello con il reality show di riferimento.

Un punto di vista sicuramente interessante al quale in pochi avevamo pensato, mentre invece qualche post fa avevamo sottolineato come il caso Canzona sia stato assunto a spin-off del tragico naufragio della Costa Concordia ed elevato a genere televisivo, la sottrazione di una costola strappata al gigantesco accadimento condita ancora una volta dall’autoreferenzialità di Barbara D’Urso, la quale quando si tratta di anteporre la propria persona alla news è sempre la numero uno, e non è detto che questo sia sintomo di grande professionalità.

avvocato-canzona

Secondo voi ha ragione il conduttore Massimo Bernardini nell’affermare che Striscia la notizia sta facendo servizio pubblico oppure date ragione al professor Andrea Bellavita quando dice che in realtà questo tentativo di smascheramento da parte del seguitissimo telegiornale satirico di Antonio Ricci fa parte del medesimo pacchetto di programmi? A voi lettori l’ardua sentenza.

About Marcello Filograsso

Studia Giornalismo all'Università degli Studi di Bari e ha esperienza come blogger e addetto stampa di un giovane politico della sua città. Il suo primo amore è la televisione, soprattutto per le serie tv americane come le sitcom "Will & Grace", "Modern Family" e "Tutto in famiglia". Ha la passione per il canto - che sfoga solo al karaoke - e segue con molto interesse i talent show come "X Factor", da quest'anno su Sky. Ama leggere quotidiani, settimanali e libri che parlano di televisione. Il suo modello di critico televisivo è Aldo Grasso. Il suo ambizioso sogno è condurre il Festival di Sanremo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *