Daniele Liotti brigante per Raiuno

By on

L’attore Daniele Liotti sta attraversando un momento d’oro per la sua carriera, impegnato in quest’ ultimo anno in vari ruoli al cinema, in teatro e in televisione. Sul grande schermo è interprete, infatti, della pellicola “Sulla strada di casa”, diretto da Emiliano Corapi, mentre sarà protagonista sui palchi dei più grandi teatri italiani di una trasposizione di The Elephant Man. In tv invece lo vedremo protagonista ne “Il generale dei briganti”, in onda sulla rete ammiraglia della televisione pubblica stasera e domani. L’attore interpreterà il ruolo di Carmine Crocco, uno dei più controversi e discussi briganti degli anni che hanno seguito l’Unità d’Italia. Giovane rivoluzionario del Vulture, in Basilicata, negli anni risorgimentali e post-unitari combatté prima al fianco di Giuseppe Garibaldi, poi nella resistenza borbonica, dove arrivò a comandare un esercito di duemila uomini, infine lottò per sé stesso, distinguendosi dagli altri briganti per le sue capacità belliche. Alcuni dei più importanti e illustri storici sono ancora discordi sul collocare tra ‘i buoni o i cattivi’ la sua figura: da una parte c’è chi lo ha bollato come un sanguinario bandito, un malvivente e un assassino, mentre per altri, i cosiddetti revisionisti storici, è stato addirittura un eroe popolare a cui la storia italiana non ha reso giustizia. Un ruolo da protagonista per Daniele Liotti, che ritorna in gran stile e con un’interpretazione impegnata nella grande fiction di RaiUno.

daniele-liotti-brigante

Immagine 1 di 7

Daniele Liotti brigante

E proprio sul suo personaggio che Daniele Liotti parla durante un’intervista rilasciata nei giorni scorsi: La bellezza di questa sceneggiatura sta proprio nella volontà di portare in scena un brigante con una capacità tattica non comune, una grande umanità e un forte desiderio di riscatto sociale. Probabilmente Crocco perdeva tutte le sue battaglie ma mai si dava per vinto: era un uomo che sapeva dire di no, che portava avanti le sue convinzioni lottando contro tutto e tutti. E poi era capace di amare la madre, la sorella e la sposa Nennella. Credo ci siano tutti gli elementi per una bella storia che abbiamo sviluppato cercando di rimanere fedeli alle fonti storiche”.

About Maria Rosa Tamborrino

Articolo aggiornato il

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *