Festival di Sanremo 2012: finalmente arriva Sabrina Ferilli

By on febbraio 17, 2012
Sabrina Ferilli Sanremo 2012

text-align: center;”>Sabrina Ferilli Sanremo 2012SEGUI CON NOI LA DIRETTA DEL FESTIVAL DI SANREMO

Era tra gli ospiti più attesi di questa quarta serata e finalmente è apparsa sul palco dell’Ariston Sabrina Ferilli, con un abito color azzurro cielo tempestato di paillette che non passava inosservato. Non a caso l’attrice di Fiano Romano ha presenziato al Festival: questa sua ospitata è probabilmente la prima di una serie di comparsate televisive per promuovere la il film Rai che andrà in onda a fine marzo. Era trapelata le notizia che la Ferilli avrebbe potuto cimentarsi in un duetto con Morandi ed infatti la Ferillona è arrivata proprio cantando una versione tutta nuova di “Roma non fa la stupida stasera” che per l’occasione è diventata “Sanremo non fa la stupida stasera” insieme al conduttore del festival.

Finalmente una bellezza italiana senza tempo, la vera primadonna del Festival finora è stata proprio lei, che è riuscita ad eclissare la bellezza più fresca di Ivana Mrazova, che continua a rimanere più tempo dietro le quinte che in scena. Bellissima come sempre, si è concessa al pubblico per un’intervista di un quarto d’ora iniziata ricordando l’esperienza sanremese vissuta insieme a Pippo Baudo e Valeria Mazza nel 1996.

Difende a spada tratta Mamma Rai e il Festival di Sanremo e critica chi si è scagliato contro il molleggiato e contro quest’edizione del festival aggiungendo che lei non solo avrebbe detto tutto quello che ha detto Celentano ma anche di più. Inevitabilmente l’intervista porta l’attenzione sui film dell’attrice, che spesso ribadisce di aver subito la sua troppa avvenenza. Una Ferilli che difende non solo il festival ma anche il cinema italiano, esibendosi in una vera e propria apologia dell’arte della penisola.

Sabrina Ferilli

Immagine 1 di 6

Roma, 16 settembre 2005. Rai, fiction con Sabrina Ferilli 'Angela, Matilde, Lucia. Una donna tre vite'. Sabrina Ferilli.

E ritornando alla sua oggettiva avvenenza e bellezza viene ricordato anche il suo vendutissimo calendario, di cui Gianni Morandi ammette di avere una copia e quando la Ferilli dice che gli scatti erano di 4 fotografi stranieri, i fotografi presenti in teatro si ribellano. Ma il disappunto dura poco e per Sabrina rimangono solo gli applausi. L’intervista, o meglio, la chiacchierata tra l’attrice e Morandi continua parlando del rapporto che la Ferilli ha con la tv: la romana d’adozione di definisce “teledipendente” e azzarda dicendo che la televisione italiana è quella migliore del mondo. Affermazione opinabile visti i programmi in onda su molti canali italiani. E come previsto arriva anche il momento marchettone. La Ferilli non è stata scelta solo per la sua bellezza e bravura come super ospite della quarta serata: a fine marzo andrà in onda un film prodotto dalla Rai che la vede protagonista di una storia d’amore con un nobile. A fare da sfondo alla storia l’Italia risorgimentale.

La Ferilli chiude l’intervista con un siparietto canoro, duettando nuovamente con Gianni Morandi e le sue manone. Il brano scelto è “Mi va di cantare” di Louis Armstrong, impersonato dal vero protagonista di questa sessantaduesima edizione del festival: Rocco Papaleo. L’attore lucano entra in scena con cappello di paglia e trombone e fa da contorno all’inedito duo canoro: da notare l’impegno della nostra amata Sabrina che, al contrario di Belen Rodriguez ed Elisabetta “Italia” Canalis canta dal vivo e ci piace proprio per la sua solarità.

Le bellezze nostrane le abbiamo, valorizziamole!

About Marinella Aiello

Nasce nel 1986 a Praia a Mare in provincia di Cosenza. Dopo essersi laureata in scienze della comunicazione decide di proseguire i suoi studi diventando dottoressa magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo presso l’Uniroma3. La televisione è una delle sue passioni più grandi, insieme ai social network e alle serie tv americane. È diplomata in danza moderna e si occupa di organizzazioine di eventi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *