Festival di Sanremo 2012: Lorenza Lei suora mancata, Adriano Celentano esplosivo, Belen Rodriguez sexy

By on febbraio 17, 2012
Ivana Mrazova Elisabetta Canalis Belen Rodriguez Festival di Sanremo

Un Festival di Sanremo che ha fatto parlare di sè ancora prima di iniziare. La Rai deve ringraziare Celentano. Se non fosse stato per lui tutti avrebbero pensato che il Festival quest’anno fosse stato rimandato. Gli ascolti della prima serata – che ha registrato il 50% di share con 13 milioni di telespettatori – sono stati stratosferici, calando vertiginosamente nella seconda puntata – 39% di share – per poi risalire al 47% della terza puntata. Una terza serata dove la “musica è davvero cambiata”: spazio alle canzoni che hanno fatto la storia del nostro Paese ma anche spazio alla nullafacenza di Gianni Morandi, monotono con i suoi tormentoni e con le sue canzoni trite e ritrite (“Fatti mandare dalla mamma a prendere il latte..”). Ma il caso più eclatante è stato senza dubbio quello di Adriano Celentano: pagato 300 mila euro per la prima serata con un totale cumulabile di 750 mila euro, ha deciso di donare tutto in beneficenza, tra Amnesty e 7 sindaci di Comuni italiani che destineranno il denaro a famiglie bisognose. E c’è di più: Celentano metterà di tasca sua i soldi per le tasse. L’ospitata a Sanremo è costata ben 200 mila euro al Molleggiato che come al solito ha sferrato attacchi violentissimi dal palco dell’Ariston. Uno su tutti: “Avvenire e Famiglia Cristiana sono testate giornalistiche ipocrite che dovrebbero chiudere”. Immediata la replica dei due Direttorissimi che si sono sentiti lesi dalle gratuite offese dell’Artista più strapagato d’Italia. L’accusa di Celentano – che suona più come una provocazione – è che la Chiesa debba tornare ad occuparsi di fede e non di politica. Subito dopo un altro attacco, stavolta più diretto: al critico del Corriere della Sera Aldo Grasso. Immediate le scuse di Lorenza Lei, il Direttore Generale della Rai. 

celentano

Lorenza Lei, dopo aver fatto personalmente le scuse ai direttori dei giornali presi di mira dal Molleggiato, ha subito preso le distanze ed ha commissariato il Festival in mano al buon Marano che – a detta dei suoi colleghi – è un grande professionista e, quindi, non dovrebbe censurare il Molleggiato nè intervenire in alcun modo. Il direttore artistico ha forse esagerato? Lo stesso direttore artistico che, però, ha fatto lievitare gli ascolti registrando numeri che la Rai altrimenti avrebbe sognato.

E poi lo scandalo Belen Rodriguez. Chiamata, assieme ad Elisabetta Canalis, a sostituire IvankaBelen ha sfilato con un abito con uno spacco un po’ troppo esagerato, lasciando intravedere “la farfalla che solo Corona ha visto” e che ha fatto credere alle malelingue che la Rodriguez fosse senza mutande. La Rodriguez ha semplicemente – e forse volutamente – attirato a sè l’attenzione del pubblico italiano perchè nel bene o nel male l’importante è che se ne parli: d’altronde il Festival di Sanremo è principalmente polemiche più che musica e spettacolo. E non è mancato neppure l’elogio di Morandi alla Rodriguez che è alla conduzione su Canale5 di “Italia’s Got Talent”, il quale ha totalizzato ascolti superiori agli 8 milioni di telespettatori, confermandosi tra i programmi più visti del sabato sera italiano.

E mentre Ivanka Mrazova è ritorna sul palco dopo un violento torcicollo che non le ha permesso di salire sul palco dell’Ariston la prima puntata, emerge Rocco Papaleo (oltre che “I soliti idioti”che sono idioti di nome e di fatto, ndr): un grande animale da palcoscenico, pungente e molto divertente. Il tipico attore comico che piace agli Italiani. E come commentare invece il guasto tecnico al sistema di votazione la prima sera? Uno spettacolo brutto per la Rai che ha fatto slittare tutto alla seconda serata, rendendo di fatto nulla la prima. E se Mediaset non riesce a fare una controprogrammazione degna di nota, Sky inscena una campagna pubblicitaria martellante: “O guardi Sanremo o guardi Sky”. Murdoch contro la Rai. Ma Sanremo ha scatenato anche la “twitter-mania”: vip e pseudo starlette dello spettacolo che cinguettano per criticare il Festival (#Sanremo visto da Twitter a cura di Matteo Pagano: prima puntata, seconda puntata, terza puntata). Durissima infine la dichiarazione di Iacchetti che, a causa dell’esclusione del figlio da Sanremo Social, ha attaccato la kermesse musical senza mezzi termini e non temendo neppure querele di Mazzi: per saperne di più clicca qui

E tra i controlli fiscali a tappeto della Guardia di Finanza a Sanremo (dopo Cortina, Roma e Milano), ripescati Gigi D’Alessio e Loredana Bertè e Pierdavide Carone e Lucio Dalla. Miglior interpretazione ai Marlene Kuntz e Patti Smith.

LE PAGELLE DELLA SECONDA PUNTATA

About Fabio Giuffrida

One Comment

  1. dina curci

    febbraio 17, 2012 at 19:07

    Adriano Celentano è un grande;mi è piaciuto tantissimo,soprattutto quando ha esternato le sue idee su ciò che non va nel nostro Paese. Belen Rodriguez,al contrario,mi ha disgustata con quella farfallina tatuata;non ha ancora capito che la vera bellezza di una donna non si riduce essenzialmente al corpo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *