Gerry Scotti a Verissimo: “la mia pensione da parlamentare è per le famiglie dei caduti”

By on febbraio 24, 2012

Lo zio Gerry non ha più retto. Doveva pur sfogarsi con qualcuno quell uomo lì. E chi meglio di Silvia Toffanin, con quegli occhi da ragazza della porta accanto? “Su internet si legge che da vent’anni percepisco 9mila euro al mese in qualità di ex parlamentare. È una bufala! È ora di fare chiarezza!” afferma a gran voce il conduttore di “The Money Drop”. È un Gerry Scotti senza peli sulla lingua quello che vedremo domani nella nuova puntata di Verissimo. Il conduttore spara a zero su tutti, parla di Sanremo ma soprattutto si sofferma sulla questione “pensione da parlamentare”.

«Non mi piace parlare di un’esperienza a cui ho dato poco e dalla quale ho ricevuto poco» afferma Scotti. «Avendo versato i contributi, però, avrò diritto a percepire all’età di 65 anni, ossia tra 10 anni, una pensione come ex parlamentare di 2.300 euro al mese. Siccome ritengo di non aver fatto in quel ruolo tutto il mio dovere, ho deciso unilateralmente di devolvere quei soldi alle famiglie dei caduti nell’adempimento del proprio dovere, delle forze dell’ordine, insomma, di tutti quelli che per lo Stato, la Repubblica, hanno immolato la propria vita».

verissimo

La tendenza del momento sembra essere chiara: “Polemiche sul tuo cachet? Malumori per il tuo conto in banca? Dai tutto in beneficenza”. Non che sia una brutta cosa, ci mancherebbe, anzi, onore al merito al Dottor. Scotti. Ma tant’è, ormai siamo di fronte a un dato di fatto. Celentano docet verrebbe da dire. E a proposito del Molleggiato, Scotti afferma: «A me Celentano piace quando canta. Faccio parte di tutta quella schiera che è cresciuta con la sua musica, che lo ama come cantante e come istrione. I contenuti che ha esposto a Sanremo meritano approfondimenti di tipo diverso. E poi chiedere la censura di altri, sperando di non essere censurati, è perlomeno un atteggiamento curioso, dal quale mi dissocio».

Ma su Sanremo Scotti ha molto altro da dire. Puntualizza con polemica che ogni anno viene fuori il suo nome ma lui su quel palco non ci è mai salito. Poi, manco fosse il divino Otelma di Mediaset, azzarda pure una previsione: «Segnatevi questi nomi: il prossimo anno il Festival lo faranno Fazio e la Cucciari». Ma se è vero che Gerry su quel palco non c’è mai salito è altrettanto vero che quest’anno, il vincitore di Sanremo Giovani è una sua creatura. Ad Alessandro Casillo, concorrente di “Io Canto” Gerry consiglia di guardare a Sanremo come un punto di partenza e non di arrivo.

L’intervista completa potrete vederla domani a Verissimo, ore 15.30, Canale 5!

About Simone Rausi

Quando nacque a Catania nel 1986, Pippo Baudo urlò “Fantastico!”. Già, la settima edizione era in onda su Raiuno in quel momento. Ha divorato decenni di fiction e programmi tv prima di laurearsi in Scienze della comunicazione. Ha fatto lo speaker, il giornalista, il blogger e attualmente è copywriter presso un’agenzia di pubblicità (ma sua nonna dice in giro che fa il copriwater). Ha scritto un romanzo sui carciofi ma non ne mangia uno da anni. Lo trovate su tutti i social network del mondo… o davanti qualche schermo.

One Comment

  1. angela pia

    febbraio 28, 2012 at 13:35

    confermo l’iscrizione per partecipare al gioco con Gerry Sotti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *