Gianmarco Mazzi lascia Sanremo: “In quattro anni non ho sbagliato un colpo. Per la Lei Celentano è un delinquente”

By on febbraio 18, 2012
Gianmarco Mazzi si dimette

text-align: center”>Gianmarco Mazzi si dimette

Se, negli ultimi quattro anni, la qualità artistica del Festival di Sanremo, dopo un periodo nerissimo, anche dal punto di vista degli ascolti, si è notevolmente innalzata, lo si deve -quasi- esclusivamente a Gianmarco Mazzi. L’ultimo, straordinario successo personale riguarda la splendida serata di giovedì, quando si sono esibiti sul palco dell’Ariston molti nomi della storia della musica internazionale, Brian May e Patty Smith su tutti. Una serata in cui il Direttore Artistico ha creduto per primo, e che probabilmente rimarrà nella storia dell’Azienda. Ma Gianmarco Mazzi è anche l’uomo che ha voluto la giuria demoscopica in teatro, colui che ha pensato ha ideato la serata dei duetti, che è riuscito a portare a Sanremo Roberto Benigni, per ben due volte, e Adriano Celentano, che per primo ha intuito l’importanza di Facebook nell’edizione corrente, che ha ideato i grandi eventi per la serata del giovedì, ma che soprattutto ha riportato una manifestazione storica come il Festival di Sanremo ai grandissimi ascolti di un tempo. Eppure, evidentemente, tutto ciò non è bastato: Mazzi lamenta, e a ragione, una certa insofferenza nei suoi confronti, nessun complimento gli è stato gratuitamente elargito pubblicamente, nessuno ha mai chiarito e sottolineato l’importanza del suo operato all’interno della macchina organizzativa del Festival. E così Mazzi lascia. La notizia era già da giorni in circolazione, ma oggi, in seguito alla nota “intimidatoria” di Lorenza Lei relativa all’intervento di questa sera di Celentano, Mazzi ha ufficializzato nel corso della conferenza stampa.

Il buon senso e la correttezza prevalgano” aveva fatto sapere la Lei, in una nota divulgata oggi in tutti i giornali dell’azienda, insieme all’auspicio  “che non sia necessario, al termine del Festival, procedere ad iniziative conseguenti a violazioni contrattuali“. Pronta la replica del direttore artistico, che oggi ha dichiarato: “Mi ha amareggiato la nota stampa del direttore generale della Rai. Mi sembra che quelle parole siano state scritte sotto pressione. Mi aspettavo un ringraziamento per aver portato Celentano a Sanremo e invece leggendo quel che scrive la Lei sembra che io abbia portato qui un delinquente senza qualità. La Rai deve dire chiaramente che Celentano è qualità, questo non è stato fatto. Io e Morandi abbiamo fatto un Festival di qualità, voglio che la Rai lo dica espressamente. Se nessuno lo fa vuol dire che c’è qualcosa di poco chiaro. Sono quattro anni che non sbaglio un colpo. Me lo dovete dire!

Ho messo tutte le idee che potevo. Cerco di curare tutti i particolari per un fatto artistico, dalla grafica allo spot. Ho cercato di mantenere Sanremo a un livello alto e non è facile. I primi anni ho preso un po’ le misure. E’ vero che da domani sarò anche un po’ disoccupato. Lavoravo gran parte dell’anno a Sanremo. Colgo le occasioni per ringraziare. Volevo dirlo domani, invece lo dico oggi. Credo di aver svolto molto bene il mio lavoro. Spero ci rivedremo, sicuramente con tanti di voi sono amico. Mi auguro mi percepiate come tale. Chiedo scusa a volte per certi spigoli del mio carattere. La mia veemenza appartiene alla passione, non alla cattiveria, e a volte dipende dal fatto che il sistema mediatico è un gioco delle parti. A volte non leggo neanche i vostri giornali, li leggo tutti alla fine. Se leggo una cosa mi storce tutta la giornata, ma ho sempre tenuto conto del vostro parere. Anche il regolamento ha tenuto conto delle osservazioni che voi negli anni avete fatto”. Sarà dunque oggi l’ultima “volta” di Mazzi a Sanremo, che rinuncia così ad uno dei più grandi direttori artistici degli ultimi anni. Mazzi, però, non rimarrà certamente “disoccupato“: era stato arruolato, prima dell’inizio di Sanremo stesso, come consulente al serale di Amici, la cui finale, quest’anno, si svolgerà nell’Arena di Verona, di cui egli stesso segue la direzione artistica.

About Matteo

Nato e residente in provincia di Lecce, è il più giovane tra i Redattori de LaNostraTv.it. Frequenta il Liceo Linguistico e adora il calcio (ma solo quello in Tv), la lettura (in particolare la saga di 'Harry Potter' e la magica penna di J.K. Rowling), il mondo dell'Interior Design, la Filosofia, la musica e naturalmente la televisione . La passione per la scrittura e per il giornalismo ha sempre accompagnato il suo percorso scolastico e non. Per il futuro ha molti sogni e parecchie ambizioni, ma anche tanta confusione.

2 Comments

  1. Marco

    febbraio 18, 2012 at 16:40

    La mia stima e solidarieta’ ad un grande mazzi..xke’ ci ha regalato momenti indimenticabili e dei festival di poesia e professionalita’

  2. Valerio

    febbraio 19, 2012 at 08:01

    Senza nulla togliere alla sua professionalità e ai risultati importanti, è anche quello che ha consegnato Sanremo in mano ai talent show. E i risultati sono che ancora una volta il buon canto non vince.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *