Il Finto Paolo Bulgari scoperto dalle Iene è del PDL!

By on febbraio 3, 2012
Le Iene Viviani Bulgari

text-align: center”>Le Iene Viviani Bulgari

Fa discutere da circa due settimane lo strano caso di un uomo che per scopi sessuali si finge Paolo Bulgari, responsabile della più noto marchio di lusso italiano. Prontamente la iena Matteo Viviani  con l’aiuto di due giovani attrici è riuscito ad intercettare l’uomo per fargli il solito sermone seguito dalla telecamera a braccio. L’uomo per tutto il tempo ha declinato ogni genere di risposta fino alla chiusura del servizio mandato in onda settimana scorsa. Nei giorni successivi però qualcosa è venuto fuori: infatti sulla rete è stata svelata l’identità del malfattore che nella messa in onda era stata celata da un cerchietto sfocato. La persona in questione si chiama Paolo Campiglio ed è un 36enne ex presidente del Consiglio comunale di Legnano, militante nel Popolo delle Libertà. Ha confermare questa teoria, ci ha pensato Luciano Silighini che, oltre ad essere un produttore televisivo è anche un dirigente del Pdl, dunque un collega di partito.

Silighini ha dichiarato alla stampa: “Sono in politica da 18 anni ormai e sono sempre stato al fianco di Silvio Berlusconi in Forza Italia prima e ora nel Pdl; vedere nostri esponenti ridursi così mi fa solo tristezza. Spero che il partito scelga in futuro persone e dirigenti migliori ma ovviamente nessuno poteva sapere i vizi di Campiglio. Qui la politica c’entra poco, ma bisogna cercare in altri campi per dare una spiegazioni a certe azioni”

Paolo-campiglio-iene-1

Nel nuovo servizio andato in onda ieri sera su Italia 1 c’è stato un colpo di scena: il Campiglio ha deciso di parlare a viso scoperto con l’inviato della pungente trasmissione Mediaset mettendo in chiaro la sua versione dei fatti.  Al microfono di Viviani ha infatti dichiarato: ” Un po’ una cazzata l’ho fattaQuesto è indubbio e sarebbe anche stupido non ammetterlo … Alcune ragazze erano veramente serie. Altre, devo dire che… insomma, erano un po’ z*ccole. Diciamo che io non mi sono tirato indietro quando ci sono state occasioni simpatiche da cogliere!”. Quando però gli viene chiesto come mai ha pensato proprio a Bulgari per realizzare questa truffa, durante l’intervista ha confermato di esser stato per lungo tempo un azionista del famoso marchio, grazie a questo dettaglio era spessissimo circondato da materiale cartaceo ufficiale: carta intestata, sontuosi inviti per feste ed eventi, ecc.. In conclusione del servizio, per mostrare il suo lato da pentito della faccenda, ha dichiarato di aver aperto una nuova pagina facebook nel quale dice a chiare lettere di non essere Paolo Bulgari. La pagina “Io non sono Paolo Bulgari” è arrivata a 15mila iscritti in un paio di minuti.

Cosa capiterà oggi al furbetto della rete? I signor Paolo Campiglio ha deciso di dimettersi. Nel comunicato ufficiale si legge: “Al momento risulta ancora in carica come vicepresidente nel consiglio d’amministrazione del Consorzio Sistema Bibliotecario Nord Ovest (CSBNO), a cui aderisce anche il Comune di Rho. Il Sindaco di Rho, Pietro Romano, unitamente ai Sindaci di Pregnana Milanese, Settimo Milanese, Vanzago e Pero, ha chiesto formalmente le dimissioni di Paolo Campiglio anche dalla carica presso il CSBNO … Le dimissioni di Paolo Campiglio da Presidente del Consiglio Comunale di Legnano sono state motivate con la necessità di tutelare l’immagine e l’onorabilità del Consiglio Comunale. Ritengo che per le medesime ragioni non sia più opportuna la sua permanenza nel Cda del Consorzio Bibliotecario dal quale chiediamo quindi di dimettersi”.

About Gigi

Gigi, classe 1989, pugliese doc. Figlio della generazione 2.0 e appassionato di Social Media, coltiva moltissimi hobby: il video editing, la recitazione, bloggare online, cimentarsi nella fotografia e nel web-design.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *