Il Generale dei Briganti: la nuova fiction con Daniele Liotti e Danilo Brugia in onda su Rai 1 il 12 e 13 febbraio

By on febbraio 12, 2012
Il-genarale-dei-Briganti-Raiuno

text-align: center”>Fiction Il generale dei briganti

Rai1 torna a puntare sulla fiction in costume: dopo il buon successo di Anita, la miniserie sulla storia d’amore e guerra di Giuseppe e Anita Garibaldi, la prima rete torna a proporre al suo pubblico una fiction dal tema storico. Anche se la trama non corrisponde a una ricostruzione di eventi realmente accaduti, il racconto è ambientato nel periodo del Risorgimento italiano e vuole proporre al pubblico interrogativi importanti sul fenomeno del brigantaggio, diffusissimo nel Meridione dopo l’Unità d’Italia. Il generale dei briganti è la serie tv in onda stasera e domani su Rai1: protagonisti sono i briganti che dopo il 1860, nel Meridione annesso al Piemonte Sabaudo, si schierarono in netto contrasto col nuovo ordine costituito. Sccondo alcuni erano semplici delinquenti comuni, per altri degli eroi che difendevano la libertà delle proprie terre. Il tutto condito dall’immancabile dramma sentimentale.

Il regista Paolo Poeti ha girato questa miniserie tra Basilicata e Puglia: già dietro la macchina da presa con I ragazzi del muretto e poi con Amiche, ha coronato il sogno di produrre una pellicola sulla storia del nostro Paese: “Ho cominciato lavorando nel cinema come aiuto sugli spaghetti-western – ha spiegato il regista in un’intervista a La StampaÈ da allora che avrei voluto girare la nostra epopea: il Risorgimento. Gli americani con il western hanno creato un genere di enorme fortuna: perché noi non potevamo fare altrettanto? Ho cominciato a documentarmi e, piano piano, ho capito che noi italiani non ci riuscivamo perché non c’era una versione unica di quei fatti. Mi riferisco specialmente alla ferita insanabile che l’Unità ha aperto nel Mezzogiorno, che ancora oggi non è completamente sanata“. E il progetto è arrivato proprio nell’anno del centocinquantenario dell’Unità d’Italia. I protagonisti della pellicola hanno i volti amatissimi dal pubblico di Daniele Liotti e Danilo Brugia.

brugia

La fiction racconta una storia d’amore e d’avventura sullo sfondo della lotta per l’Unità d’Italia: siamo nella Piana del Vulture, in Lucania, anno 1864. Carmine Crocco (Daniele Liotti), brigante realmente esistito che aiutò i garibaldini a liberare la terra lucana dai Borboni, e l’ufficiale medico dell’esercito sabaudo Mariano Aiello (Danilo Brugia), dopo aver lottato insieme per l’Unità d’Italia si ritrovano su fronti opposti: la repressione del brigantaggio da parte dei Piemontesi li porta a cercare un confronto mortale. Ma come si è arrivati a questo scontro finale? La prima puntata della miniserie ripercorre le tappe di questa amicizia interrotta, tra gli ideali libertari e le vicende d’amore contrastate dagli eventi della storia. La serie vanta un cast d’eccezione: oltre ai volti noti di Liotti (Il Bell’Antonio, Il Capo dei capi) e Brugia (Rossella, e prima ancora Centovetrine, in onda proprio stasera su Canale5), la serie vede il ritorno in video dopo anni di assenza del grande attore Massimo Dapporto, nel ruolo del conte Guarino. I volti femminili della fiction sono quelli di Raffaella Rea (Distretto di polizia 7, Il Generale della Rovere) e Christiane Filangieri (Ho sposato uno sbirro, I liceali 3). La seconda e ultima puntata della miniserie andrà in onda domani in prima serata su Rai1.

 

 

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *