Il generale dei Briganti: seconda ed ultima puntata

By on febbraio 14, 2012
Foto Il generale dei Briganti

Secondo ed conclusivo appuntamento prima dell’abbuffata sanremese su Raiuno ieri sera alle ore 21:10, con “Il generale dei briganti”, il film-tv in 2 puntate diretto da Paolo Poeti che, in occasione delle celebrazioni per il 150° anno dell’Unità d’Italia, che racconta la storia del brigante Carmine Crocco, con attori del calibro di Daniele Liotti, Danilo Brugia, Raffaella Rea e Christiane Filangieri.

Una storia che nella prima puntata ha letteralmente conquistato il pubblico, con le vicende di Carmine: un pastore lucano che conduce una vita di stenti al punto che decide di arruolarsi nell’esercito borbonico per sopravvivere ma deciso a sposare la donna che da sempre ama, diserta e torna a Rionero in Vulture per sposarla ma scopre che la sua Nennella, è già andata in sposa, tramite un meschino inganno, allo scrivano del paese. Ad attenderlo c’è però un’altra brutta notizia, sua sorella Rosina è stata infatti ferita da un pretendente respinto, tal Ferdinando Guarino, figlio del conte Guarino, che egli uccide per vendetta, dopo di che per evitare la pena che spetta ai disertori fugge a Napoli, ove incontra un ufficiale medico dell’esercito sabaudo, che sta curando la madre moribonda, tal Mariano Aiello, che lo convince ad unirsi ai briganti e a combattere in favore dell’Unità d’Italia, in cambio della clemenza, indirizzandolo così verso una nuova vita che gli vedrà conquistare il soprannome di “Napoleone dei briganti”.

La prima parte de “Il generale dei briganti”, che ha tenuto incollati alla tv ben quasi 6 milioni di spettatori, aggiudicandosi il 21,38% di share, vede quindi: Crocco nel 1860, tornare coi suoi briganti a Rionero in Vulture, impugnando il tricolore, ove ad attenderlo trova il conte Guarino, deciso ad arrestarlo … e proprio da qui la seconda parte vede Nennella, che dopo aver scoperto di essere stata ingannata, giura amore e fedeltà a Carmine e continua a narrare proprio nel mentre della caccia a Carmine ed ai suoi briganti, da parte di Mariano Aiello, ora passato dalla parte dei piemontesi e diventato deputato del governo italiano, che continua senza avere esito positivo … almeno sino a che Caruso si vende e permette all’esercito di trovarli e di commettere una vera e propria strage, che si compie davanti agli occhi di Carmine, che vede morire l’amico e compagno Ninco Nanco, tanto che preso da una rabbia feroce, uccide a sua volta Caruso. Ma la resa dei conti tra Carmine e Mariano arriva e si conclude con un nuovo patto e legame, che vede i 2 uomini entrambi traditi e sconfitti, che si saluteranno con un lungo abbraccio, prima che Carmine si imbarchi per il penitenziario dove sconterà la sua pena, salutando Mariano che tornerà invece a combattere dalla sua parte!

Una splendida storia quella de “Il generale dei briganti”, che ha raccontato la storia d’Italia, attravero l’amicizia di due uomini, uniti e divisi dai propri e dalle storie d’amore e di tradimenti, ricche di pene ed ostacoli: la storia d’Italia raccontata attraverso le vite di 2 uomini, 2 amici.

About Michela Galli

Dal 2009 semplicemente ... blogger per caso ma mossa da una grande passione per la rete di internet ed un vero e proprio amore per la scrittura, che la portano tutti i santi giorni a scrivere, scrivere, scrivere ...

One Comment

  1. Antonio

    febbraio 14, 2012 at 10:26

    Nella fiction di Rai 1 “Il generale dei briganti” sono stati letteralmente oscurati 4 anni di storia . Sono proprio gli anni in cui Crocco è stato acclamato dai contadini, gli anni in cui è stato il generale dei briganti, gli anni per i quali oggi si ricorda Carmine Crocco. Sono stati messi in scena le poche settimane di adesione a Crocco al progetto di Garibaldi e non sono stati mostrati i 4 anni di lotta contro i Piemontesi invasori. Questa è mistificazione dei fatti. A che serve un fiction su Crocco se vengono oscurati proprio gli anni per cui Crocco è diventato famoso ???????

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *