Isola dei Famosi, il reality affonda: la colpa è di Nicola Savino?

By on febbraio 5, 2012

text-align: center;”>Nicola Savino conduttore

Tutti in fuga dall’Isola dei Famosi: in Honduras ormai non si contano più le bizze e i capricci dei concorrenti. Ad aprire le danze degli abbandoni ci ha pensato sin da subito la showgirl (?) Flavia Vento, che si è sentita a disagio tra i naufraghi a partire dal primo giorno di avventura oltre ad accusare continuamente attacchi di fame che la portavano a litigare con gli altri vip in competizione per una lattina di sardine, fino a far infuriare il divulgatore scientifico Alessandro Cecchi Paone. Molto hanno contribuito le liti con Valeriona Marini, la quale dopo l’Isola dovrà trovarsi di fronte probabilmente gli avvocati della Vento (lo ha detto proprio l’ex valletta di Libero).

Flavia aveva giurato sui suoi cani che non avrebbe lasciato il gioco – lo fece già in una vecchia edizione dell’Isola e alla Fattoria – ma non appena la ragazza ha dichiarato di soffrire di attacchi di panico, Savino le ha concesso di andare via, vanificando l’opera di persuasione di Vladimir Luxuria, quest’ultima ottima nei panni di inviato. Alla Vento poi è stato proposto di sostare a Cayo degli Eletti, ma alla fine è stata cacciata per aver chiesto una sigaretta al cameraman,roba vietatissima dal regolamento. Così Flavia Vento entra nel Guiness per essere la concorrente con più abbandoni nella storia dei reality. Che la mandano a fare allora, verrebbe da chiedersi.

La ragazza si è rivelata ancora una volta immatura, ma anche Savino avrebbe potuto essere più intransigente, come per esempio con Rossano Rubicondi. Il conduttore si è fatto mettere spesso e volentieri i piedi in testa dall’ex baby-marito di Ivana Trump, il quale voleva ritirarsi da Cayo degli Eletti a causa delle critiche velenose ricevute dalla showgirl (?) Valeria Marini, dalla quale non si aspettava certo determinate parole al vetriolo. Nicola ha fatto quello che ha potuto per trattenerlo, ma non è molto educato e corretto trattare così un signore che sta raccogliendo una pesantissima eredità dopo la gloriosa gestione Ventura.

nicola-savino

Già perchè Simona Ventura non avrebbe permesso questa morìa di concorrenti, come non avrebbe permesso la volontà manifestata da Cristiano Malgioglio di ritirarsi dopo che Mariano Apicella l’aveva definito “ricchione”. In realtà subito dopo l’rvm incriminato l’inviata Vladimir Luxuria ha tenuto un discorso esemplare riguardo quell’episodio e anche Savino non si è sottratto dal condannarlo, ma il paroliere di Mina l’ha accusato di non averlo protetto. La debolezza dell’Isola dipende quindi da Nicola Savino? In parte sì, ma questa mancanza di polso deriva dall’arrivare in punta di piedi dopo anni di incontrastato dominio della Ventura. Il conduttore quindi sembra come quei supplenti che subentrano agli insegnanti più autoritari quando vanno in malattia,con gli studenti che approfittano della buonafede del sostituto. Ma noi siamo sicuri che con il tempo il presentatore farà vedere gli artigli altrimenti il vero naufrago rischia di essere lui.

About Marcello Filograsso

Studia Giornalismo all'Università degli Studi di Bari e ha esperienza come blogger e addetto stampa di un giovane politico della sua città. Il suo primo amore è la televisione, soprattutto per le serie tv americane come le sitcom "Will & Grace", "Modern Family" e "Tutto in famiglia". Ha la passione per il canto - che sfoga solo al karaoke - e segue con molto interesse i talent show come "X Factor", da quest'anno su Sky. Ama leggere quotidiani, settimanali e libri che parlano di televisione. Il suo modello di critico televisivo è Aldo Grasso. Il suo ambizioso sogno è condurre il Festival di Sanremo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *