Isola dei Famosi, l’Arcigay insorge contro Mariano Apicella

By on febbraio 4, 2012
mariano-apicella

text-align: center;”>Apicella nel mirino

Ha fatto molto rumore la spiacevole esternazione del menestrello Mariano Apicella sul paroliere Cristiano Malgioglio, sul quale diceva in un rvm “Tu sì ricchione, io no“. Sin da subito l’inviata dell’Isola dei Famosi, una sempre più brava Vladimir Luxuria, ha condannato la frase del musicista napoletano spiegando: “Vorrei ringraziare Mariano Apicella perchè ci ha dato uno scoop, ci ha dato una grande notizia e tra poco ci darà anche altri scoop del tipo “Il mare è bagnato” e “Le nuvole sono in cielo”. Vorrei solo dire una cosa: a me non sta stabilire i meriti artistici dell’uno e dell’altro, quanti dischi ha venduto l’uno e l’altro. Cristiano Malgioglio ha scritto per Mina, per Ornella Vanoni; Mariano Apicella ha scritto per un solo cantante, peraltro anche abbastanza modesto. Quello che vorrei dire invece è che non si può usare questo argomento per dimostrare di essere migliori o peggiori sull’Isola, che bisogna dimostrare resistenza, forza, è questo quello che ci aspettiamo da Mariano Apicella, siamo in trepidante attesa!” Un discorso semplicemente da applausi.

Nicola Savino non si è sottratto dal difendere Malgioglio, ma il diretto interessato si è scagliato a fine serata contro il presentatore accusandolo di non averlo protetto – “Simona Ventura non lo avrebbe permesso, non mi hai protetto come fanno Venier e Giletti” ha protestato – e ha minacciato più volte di lasciare il gioco. Quella sera Cristiano aveva ragione da vendere, ma non si può negare che Savino non l’abbia difeso. Al massimo la produzione avrebbe dovuto adottare dei provvedimenti e il presentatore casomai lanciare un messaggio più efficace in merito all’episodio. E intanto arrivano le proteste dell’Arcigay, che ha scritto alla Commissione di Vigilanza della Rai, chiedendo che la Tv di Stato prenda una posizione contro “le discriminazioni transfobiche e omofobiche e nella promozione di un servizio pubblico più rispettoso di tutti, anche attraverso una narrazione finalmente reale della vita, degli affetti e dei progetti delle persone e delle coppie omosessuali”.

nicola-savino

Insomma, un intervento della Rai sarebbe doveroso per il pieno rispetto di tutti i suoi telespettatori: perchè se un concorrente all’Isola dei Famosi bestemmia (vedi Massimo Ceccherini) viene cacciato immediatamente mentre gli insulti contro le persone non vengono minimamente puniti? In un Paese normale un’offesa del genere sarebbe da espulsione, ma siccome in Italia non c’è nemmeno uno stralcio di legge contro l’omofobia sarebbe meglio mandarlo su una parte dell’Isola ai lavori forzati per una settimana, oppure decurtargli il montepremi in caso di vittoria. O ancora più saggio qualcuno dovrebbe fargli capire in quali condizioni di estremo disagio vivono quei figli cacciati di casa perchè non accettati dai genitori, gli uomini e le donne che non possono assistere il proprio compagno o compagna su un letto di ospedale in quanto estranei per lo Stato, quei ragazzi picchiati da qualche idiota solo perchè di un altro orientamento sessuale. Siamo sicuri che la prossima volta ci penserà prima di pronunciare quella parola orribile.

About Marcello Filograsso

Studia Giornalismo all'Università degli Studi di Bari e ha esperienza come blogger e addetto stampa di un giovane politico della sua città. Il suo primo amore è la televisione, soprattutto per le serie tv americane come le sitcom "Will & Grace", "Modern Family" e "Tutto in famiglia". Ha la passione per il canto - che sfoga solo al karaoke - e segue con molto interesse i talent show come "X Factor", da quest'anno su Sky. Ama leggere quotidiani, settimanali e libri che parlano di televisione. Il suo modello di critico televisivo è Aldo Grasso. Il suo ambizioso sogno è condurre il Festival di Sanremo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *