Italia’s Got Talent puntata dell’11 febbraio: il vincitore over e chi passa

By on febbraio 12, 2012
Foto logo Italia's got talent

text-align: justify”>Foto logo Italia's got talentSesta puntata per “Italia’s got talent 2012?, lo show di Canale arrivato ormai quasi alla conclusione della sua prima fase, con alla sua conduzione il figlio d’arte Simone Annichiarico e la bellissima new entry Belen Rodriguez ed in giuria gli inossidabili Gerry Scotti, Maria De Filippi e Rudy Zerbi.

Come di consueto una puntata ricca talenti e non, che ha visto i concorrenti in particolare cimentarsi come ballerini hip hop per la gioia di Rudy ma anche di acrobati, oltre alle classiche esibizioni e ad alcune davvero inedite, che nel corso della serata hanno tentato di stupire il pubblico e la giuria per accedere alla prossima semifinale, per poi tornare in scena per la finale!

Tra le esibizioni della serata in particolare da segnalare quella del concorrente Luigi Necci, un simpatico romano di 88 anni, che già per la sua partecipazione si è già aggiudicato il record del talento “over” di questa edizione ma non da meno, per la sua splendida esibizione ne “Malafemmina”, che egli dedica alla moglie defunta, è riuscito a commuovere la bella Belen, che dice “mi ricorda un po’ i miei nonni che non ho più …” anche se lui precisa “non ne ho più 88 ma 48!”. Quanto agli altri talenti che dalla puntata andranno in semifinale, ecco la carrellata:

Stefano Scarpa: un bravissimo acrobata che Maria definisce “una meringa, che ti piace ma che non vuoi finire subito”;

Vito Campobasso: un acrobata in moto, che si è esibito a bordo della sua Vespa divertendo il pubblico ed i giurati, che confessano di conservare ancora la propria Vespa;

Enzo Gallo: ballerino ma anche imitatore bravissimo di soli 14 anni, del celebre Michael Jackson, che dimostra una tale passione che preoccupa i giudici;

Patrick e Kevin Martis: ne acrobati ne bellerini, che propongono un inedito numero;

Paolo Borghi: suona l’hang, uno strumento musicale poco conosciuto ma affascinante, che usa come terapia con i ragazzi diversamente abili;

Simone e Filippo Valluzzo: una coppia padre, che fa volare un aeroplanino attraverso una serie di ostacoli, riuscendo a far commuovere Rudy Zerbi che confessa “mi sudano gli occhi“;

Nicola D’Accolti: che dipinge su qualsiasi superficie e con un murales convice;

I solo corpo: ballerini hip hop senza testa;

Giuseppe Cavallo: un bizzarro tecnico di laboratorio con effetti speciali;

The Blue Gospel Singers: bravissime cantanti;

Simone Santarsiero: risolve il cubo di Rubik con i piedi

Franco Fais: mimo che entusiasma grandi, piccini e giudici, eccetto Rudy;

Mirko Pontesilli: cantante comico si cimenta in un monologo;

Emil Faccoli: ballerino hip hop di soli 10 anni;

Pasquale di Costano: il maestro Dragon delle arti marziali;

Alemari: pupi siciliani;

Giuseppe ed Anna Campobasso: con l’arte delle ombre cinesi conquistano i giudici;

Antonio Nicolosi; cantante di strada;

Double Struggle: ballerini hip hop che entusiasmano Gery;

Fabrizio Contino: disegnatore con il calore delle mani su una telecamera ad infrarossi;

I Fonzarelli: bellerini hip hop;

Laura Calcagno: violinista di conservatorio che entusiasma Rudy con un cambio d’abito.

D’obbligo quindi seguire i 48 talenti il prossimo 25 febbraio e il 3 marzo, per scoprire chi è il vero talento d’Italia!

About Michela Galli

Dal 2009 semplicemente ... blogger per caso ma mossa da una grande passione per la rete di internet ed un vero e proprio amore per la scrittura, che la portano tutti i santi giorni a scrivere, scrivere, scrivere ...

3 Comments

  1. fabio

    febbraio 12, 2012 at 11:11

    stavo con alcuni amici ieri sera vedendo il vostro programma,quando ha incominciato
    a parlare mirko pontesilli lavoratore in un call center ci siamo guardati e abbiamo
    incominciato a ridere.ho notato in questa persona una comicita’ unica.penso che
    se gli fosse data la possibilita’potrebbe avere un futuro.mi ricorda con le dovute proporzioni carlo verdone agli inizi

  2. Claudio

    febbraio 12, 2012 at 17:04

    E’ mai possibile che la trasmissione italian ‘s got talent venga diretta da un regista (cosiddetto) che non sa nemmeno da ghe parte si comincia a dirigere un programma televisivo? Durante l’esibizione dei due ragazzi che si cimentavano nelle ombre cinesi, praticamente non si è vistro NIENTE. Le inmquadrature erano solamente incentrate sui componenti della giuria e sugli inutili presentatori e noi telespettatori non abbiamo potuto gidere della simpatica esibizione. Ma la produzione si rende conto che quel cosittetto regista è da cacciare?
    Cordiali saluti.
    Claudio Annaratone

  3. fabio

    febbraio 13, 2012 at 14:37

    programma a mio avviso super trash………………….rivogliamo la corrida!!!!!!!!!!!!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *