“Le Iene Show” 23 febbraio: Giovanardi, Celentano e malasanità

By on febbraio 24, 2012
Le iene1

text-align: center;”>Le Iene Show

L’ultima edizione de “Le Iene Show”, in onda ogni giovedì sera su Italia 1, è piuttosto travagliata dal punto di vista della conduzione: dopo l’abbandono di Luca e Paolo infatti, Ilary Blasi è stata affiancata da Enrico Brignano, e da un secondo personaggio maschile a rotazione. Il primo è stato Luca Argentero, che si è poi ritirato per impegni sul set; poi è giunto Alessandro Gassman, che dopo alcune puntate ha scelto di seguire il suo primo film da regista e verrà sostituito a partire da giovedì prossimo da Claudio Amendola.

Durante la puntata andata in onda ieri sera (giovedì 23 febbraio) alle 21.10 sono state trasmesse alcune irriverenti inchieste: Gigi Buffon è stato “invecchiato” per mettere in scena un’intervista ambientata nel futuro (tra 40 anni), alla quale il portiere si è prestate scherzosamente rispondendo a tutte le domande. Poi ci si è occupati del “caso Giovanardi”, la cui ultima uscita pubblica riguarda il paragone tra due donne che si baciano in pubblico e un uomo che “fa pipì per strada”: Nadia Toffa ha cercato di indagare sull’affermazione ed estrapolare la vera opinione del politico sull’omosessualità. Le “interviste interrotte”  invece, hanno alternato le apparizioni di Emilio Fede, Matia Bazar, Jovanotti, Marika Fruscio e del critico musicale Dario Salvatori.

le-iene-show

Il servizio più importante trasmesso ieri però è stato quello dell’intervista integrale al direttore dell’Avvenire, Marco Tarquinio, di cui vi avevamo già fornito qualche anticipazione. Adriano Celentano aveva infatti “consigliato” di chiudere giornali come “Famiglia Cristiana” e “L’avvenire” in occasione del suo discusso intervento Sanremese avvenuto durante la prima puntata della kermesse canora: “La prossima volta che noi ci occuperemo di quelli che non hanno voce, unisca la sua voce alla nostra. Non ho niente da perdonargli, ho soltanto da dirgli: riconosci che possiamo fare delle cose insieme, perché dobbiamo farle contro?”, ha replicato Tarquinio. Il direttore ha poi aggiunto che probabilmente il molleggiato cerca di rispondere alle tante domande che si pone a causa della sua età avanzata e ha sottolineato: “I 300 mila euro che Celentano percepisce per un breve intervento televisivo corrispondono a ben 15 anni di lavoro per un metalmeccanico, quindi è troppo”.

Infine, il consueto monologo di Enrico Brignano, questa volta si è occupato di malasanità: “Noi italiani siamo malati veramente ogni volta che crediamo di esserlo?”, si chiede il comico romano, visto che – dice – il nostro cassetto dei medicinali è una vera e propria “cabina armadio”. L’attualità in chiave ironica de “Le iene”, riesce sempre a denunciare fatti gravissimi e a portare alla luce episodi che altrimenti resterebbero nell’ombra: il prossimo appuntamento con lo show satirico di Italia 1 è per giovedì prossimo alle 21.10.

About Mara Guzzon

Nata nei pressi di Lodi, si è laureata in Scienze e Tecnologie della comunicazione presso lo IULM di Milano. Nella stessa città ha frequentato il Master in Giornalismo e critica musicale del CPM Centroprofessionemusica e ha iniziato ad intraprendere i primi passi nel mondo del giornalismo scrivendo e fotografando. Appassionata di musica, cinema e televisione, attualmente collabora con siti appartenenti al settore dell'intrattenimento e con una web radio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *